Prodi, il difetto di logica e di linguaggio. E la comunicazione

Romano Prodi foto

Il linguaggio è pensiero.° 

E chi parla male, per dirla alla Nanni Moretti, pensa male e vive male.

Talchè la comunicazione.

E la necessità  che la stessa sia la più semplice e chiara possibile.

Così che il messaggio arrivi puntuale al destinatario.

E le possibilità  di fraintendimento e di incomprensione siano ridotte al minimo.

Quindi Prodi:

Da noi avrete sempre obiettivi dichiarati inferiori a quelli che raggiungeremo“.

Come dire: “Se tu cittadino pensi che io ti stia inculando, sappi che la mia intenzione va molto ben al di là “.

La comunicazione, dunque, come sbocco finale della politica.

Come suggello ultimo della politica.

Ché se la comunicazione è sbagliata, il prodotto che con essa si vende – per quanto buono possa essere – non ne esce sufficientemente valorizzato.

Mesi convulsi e confusi, gli ultimi.

E la necessità  di qualche rettifica, di qualche ammissione.

Con rinnovato linguaggio, che suoni anche come ammissione di qualche colpa:

La Finanziaria la farei in modo identico ma diversamente“.

Insomma: io speriamo che me la cavo. 😉

° 

10 Responses to "Prodi, il difetto di logica e di linguaggio. E la comunicazione"

Leave a Comment