Con la Finanziaria Prodi manda gli italiani in mezzo ad una strada. Però regala 800 milioni di euro alle Coop

Lega Coop logo foto

Gli artigiani, i commercianti, gli operai, gli impiegati e i professionisti, quest´anno sotto l´albero di Natale troveranno una brutta sorpresa: una maxi stangata targata Romano Prodi.° 

E ciò è oramai chiaro a tutti.

Ciò che forse non è noto, è che mentre la maggior parte degli italiani sarà  alle prese con un aumento delle addizionali locali e dell´Ici; con un aumento del bollo auto e del canone Rai, c´è chi invece dalla Finanziaria – più precisamente dal maxiemendamento alla Finanziaria – riceverà  ingenti regalie.

Come dire: c´è chi è figlio e chi è figliastro!

Veniamo al dunque.

Come documenta un interessante articolo di Gennaro Sangiuliano, apparso oggi su Libero, il voluminosissimo maxiemendamento alla Finanziaria nasconde qua e là  delle sorprese.

Piacevoli per alcuni: le Coop.

Si parta dal comma 331.

Lo stesso prevede, in materia di Iva per le Coop, un ampliamento delle voci detraibili.

Soprattutto per quelle cooperative che operano nel campo delle costruzioni e degli appalti.

Il regalo fatto dal comma 331 è quantificabile in circa 400 milioni di euro.

Voi ed io pagheremo più tasse, loro si beccheranno bei quattrini!

Andiamo avanti.

C´è il comparto delle cooperative agricole.

Cui il maxiemendamento, attraverso vari meccanismi – tra cui quello del credito d´imposta – regala 200 milioni di euro.

Non solo.

Alle stesse viene anche concesso uno slittamento (al 31 dicembre 2007), per adeguarsi alle nuove norme che disciplinano il settore.

Poi c´è il comparto agroalimentare. Quello delle Coop legate alla grande distribuzione.

Qui si introducono con l´articolo 15, alcune “disposizioni in materia di immobili”.

In particolare è previsto che “gli enti territoriali possono amministrare direttamente il bene o assegnarlo in concessione o a titolo gratuito a cooperative sociali”.

L´effetto della norma, è facile comprendere, si manifesterà  soprattutto in quelle Regioni cosiddette Rosse: dove forti sono i legami e le contiguità  tra Coop e politica.

Poi c´è il comma 108, che introduce agevolazioni alle Coop per l´ottenimento di fidi.

Lo si desume già  dal titolo: “Interventi per i consorzi e le cooperative di garanzia collettiva fidi”.

Questa agevolazione dovrebbe fruttare alle Coop circa 100 milioni di euro.

Non solo.

Sempre in tema di accesso al credito, e sempre a favore delle cooperative, si segnala anche il comma 883.

Che ha per oggetto la creazione di un fondo consortile per il credito cooperativo.

Anche qui il regalo dovrebbe aggirarsi attorno ai 100 milioni di euro.

Insomma, se con la Finanziaria Babbo Natale Prodi a noi tutti porterà  il carbone, alle Coop, invece, porterà  in dote 800 milioni di euro.

E io pago!

P.S.: ma non dovevamo farli tutti i sacrifici? 😉

° 

8 Responses to "Con la Finanziaria Prodi manda gli italiani in mezzo ad una strada. Però regala 800 milioni di euro alle Coop"

Leave a Comment