L´ex terrorista rossa Barbara Balzerani non doveva tornare in libertà 

Barbara Balzerani foto

Barbara Balzerani è un ex Brigatista rossa.° 

Ha partecipato al sequestro e all´uccisione di Aldo Moro.

E´ stata condannata a sei ergastoli: per un totale di 93 anni e 8 mesi di reclusione.

Il 19 dicembre scorso, il Tribunale di sorveglianza di Roma le ha concesso la libertà  condizionata.

Ha scontato 21 anni e 9 giorni di effettiva detenzione.

Nel corso dei quali, e a detta sempre del Tribunale di sorveglianza, la Balzerani avrebbe dimostrato una condotta tale, da far trasparire chiaramente il suo “ravvedimento”.

Di avviso opposto, invece, è il sostituto procuratore generale Gianni Malerba.

Che ha impugnato dinnanzi alla Cassazione, la deliberazione del Tribunale di sorveglianza.

Con queste motivazioni:

Non si rinvengono, nella sua condotta, comportamenti sintomatici di ravvedimento, al di là  del mero e forse opportunistico abbandono della posizione “irriducibile“.

Ad avviso di Malerba, nel gesto del Tribunale di sorveglianza, v´è stato un:

errato, superficiale e tautologico riconoscimento dei requisiti per la concessione del beneficio“.

Ancora Malerba contesta che:

L´istanza, pur indubbiamente ammissibile, è stata proposta a sole nove giorni dal raggiungimento del limite minimo per l´accesso al beneficio“.

Ed entrando ancora più nel merito della questione, il sostituto procuratore generale di Roma rileva che:

I contatti con i familiari delle vittime (peraltro circoscritti a quelli del generale Dozier, del giudice d´Urso e ai congiunti dei professori Tarantelli e Bachelet) sono stati avviati mediante lettere raccomandate redatte e inviate dal legale della Balzerani e hanno avuto inizio nel maggio 2006, alla vigilia della presentazione dell´istanza di liberazione condizionale, datata 28 giugno. Alcuna iniziativa è stata avviata nei confronti delle numerose meno note vittime“.

Quindi la Balzerani solo strumentalmente e opportunisticamente avrebbe contattato i parenti delle vittime. E nemmeno personalmente: ma per il tramite di missive scritte dal proprio legale.

Ancora Malerba:

Tutte le persone interpellate, comprese Agnese e Giovanni Moro (ed a eccezione di Maria Fida Moro), si sono dichiarate non disposte al perdono“.

La condotta tenuta dalla Balzerani nei riguardi dei familiari non soltanto conferma l´assenza di un reale ravvedimento, ma si rivela strumentale e opportunisticamente finalizzata” ad ottenere la libertà  condizionata.

Ancora Malerba:

Non ha spiegato la Balzerani e non spiega il Tribunale – che acriticamente accetta tale giustificazione – perché mai il desiderio di porre fine al possibile equivoco circa la sua condotta apparentemente arrogante si sia manifestato solamente nei confronti delle vittime più “importanti” e, tanto meno, la Balzerani e il Tribunale forniscono spiegazioni di una iniziativa assunta (singolare coincidenza?) appena un mese prima della presentazione della domanda“.

Talchè, conclude Malerba, è:

Inaccettabile, almeno per chi scrive, che una manifestazione di tangibile insensibilità  per la memoria di quanti ebbero a perdere la vita per lo Stato, provenga da un Tribunale dello Stato ad esclusivo beneficio di chi lo Stato tentò di abbattere“.

Appunto.

° 

4 Responses to "L´ex terrorista rossa Barbara Balzerani non doveva tornare in libertà "

  • ilaria says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • etienne64 says:
Leave a Comment