Grazie a Berlusconi e a Tremonti il fabbisogno dello Stato è calato del 41%

Prodi Pinocchio foto

Corriere della Sera, prima pagina:° ° ° ° 

“Conti pubblici, calo record del deficit”. Sopra questo titolo è scritto:

“I dati del fabbisogno: 41% in meno rispetto al 2005”.

Inutile dirvi, che il Corriere versione on line non contenga l´articolo in questione.

Ne mette solo uno striminzito e censurato (che vi ho linkato). Dal quale però voglio riportarvi qualcosa:

Il saldo per l’intero anno 2006 beneficia soprattutto di un afflusso, nel corso di tutto l’anno, di entrate fiscali superiori alle previsioni effettuate fino alla primavera scorsa“.

E fin qui niente di nuovo: sappiamo benissimo, che in parte per la ripresa economica, in parte per l´ottimo operato di Giulio Tremonti e del governo Berlusconi, nel 2006 l´Italia ha realizzato un extra gettito fiscale di 38 miliardi di euro.

D´altra parte altrimenti perché su questo blog si direbbe che Visco, Fassino, Bersani e Prodi sono dei cazzari? Se non per il fatto che a voi raccontavano, mentendo, che Berlusconi aveva lasciato conti disastrati?

Ma non finisce qui.

Voglio riportarvi un altro stralcio dell´articolo “censurato”, presente sul Corriere on line:

Esso (cioè l´ottimo andamento del deficit dovuto al miglioramento delle entrate, ndr) è frutto anche delle iniziative per il controllo della spesa pubblica assunte con la manovra di bilancio di fine 2005 e con il rigoroso controllo operativo della spesa effettuato a partire da giugno 2006“.

Prego notare dove si dice:

è frutto anche delle iniziative per il controllo della spesa pubblica assunte con la manovra di bilancio di fine 2005“.

Domanda retorica: ma chi governava nel 2005?

Non solo.

M´ero dimenticato la cosa più importante.

Il virgolettato di cui sopra, non è di Tremonti: ma di Padoa Schioppa! 😉

Ma il post non finisce qui.

Perché se il Corriere on line censura la notizia, e la Repubblica fa anche peggio perché nemmeno un articolo censurato presenta nella sua Home Page, qualcos´altro bisogna aggiungere.

Vi riporto allora, anche un piccolo stralcio dell´articolo del Corriere (lo trovate a pagina 6), scritto da Stefania Tamburello.

Questo stralcio è rilevante perché contiene il punto di vista di Mario Draghi (Governatore di Bankitalia), che per il ruolo che ricopre non può che essere “terzo” rispetto alla contesa politica.

Ecco lo stralcio:

Sulla base di uno studio effettuato dalla Banca d´Italia, a produrre maggiori entrate sono state, anche in questo caso, alcune delle misure prese dal precedente governo come alcuni inasprimenti in materia di determinazione del reddito d´impresa o come iniziative transitorie quali la riapertura dei termini per il versamento di imposte una tantum introdotte negli anni precedenti. E poi ancora hanno influito, sulla tassazione del lavoro dipendente, la distribuzione degli arretrati contrattuali e il drenaggio fiscale“.

Però agli italiani il centrosinistra ha raccontato che Berlusconi aveva lasciato i conti allo sfascio!

Con questa motivazione hanno vinto le elezioni.

E adesso che la politica economica del centrodestra inizia a produrre risultati, anche grazie ad una congiuntura economica positiva, dopo avere per mesi continuato a calunniare il centrodestra (sempre con la storiella che i conti erano in disordine), i “sinistri” sono COSTRETTI a raccontare la verità .

Anche perché gli italiani non è che siano proprio tutti coglioni. 😉

° 

21 Responses to "Grazie a Berlusconi e a Tremonti il fabbisogno dello Stato è calato del 41%"

  • Gabriele says:
  • Gabriele says:
  • Gigi Massi says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Pignolo says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Andrea Giova says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Andrea Giova says:
  • Andrea Giova says:
Leave a Comment