I conflitti d´interesse dei signori dell´Unione

Scimmiette non parlo, non vedo, non sento foto

Dunque, qualche annetto or sono, il Caimano varò una bella leggina contro il conflitto d´interessi (suo e di chiunque altro ricopra incarichi pubblici).° 

Una leggina che non piacque al centrosinistra. In quanto a giudizio dei leader dell´Unione (allora Ulivo), la legge era troppo blanda. Troppo modesta.

Incapace, insomma, di bloccare le vere situazioni di conflitto d´interessi.

Bon.

Senonchè si viene a scoprire, che i signorotti dell´Unione, in buona parte si siano rifiutati di comunicare all´Autorità  antitrust, informazioni relative alla propria situazione economico/patrimoniale e a quella dei propri parenti entro il secondo grado.

Come prescrive la leggina di cui sopra.

A denunciare il tutto, non è certamente l´opposizione o Pippo Baudo.

Ma il presidente dell´Autorità  antitrust (che anche sui conflitti d’interesse deve vigilare), Antonio Catricalà .

Il quale ha presentato al Parlamento una bella relazioncina, da cui risulta che al 31 dicembre 2006, dei 108 membri dell´esecutivo, solo 53 abbiano presentato (com´è obbligatorio per legge) una rendicontazione dalla quale traspaia l´assenza di “conflitti d´interessi”.

Altri 53, invece, violando la legge in vigore hanno comunicato informazioni solo dopo il termine previsto dalla stessa (birichini, non si fa!), e solo dopo che erano state inviate loro “lettere di sollecito“.

Come denuncia la relazione dell´Autorità  antitrust:

Le dichiarazioni pervenute attualmente sono 464, di cui 106 riferibili ai titolari della carica e 358 a coniugi e parenti entro il secondo grado“.

Il numero di coloro che dovrebbero presentare documentazione all´Autorità  è pari 581.

Di questi, 108 sono i politici veri e propri. Gli altri sono i parenti entro il secondo grado.

Bene, allo stato si sono rifiutati di presentare una ricostruzione economico/patrimoniale dettagliata, ben 117 persone!

La domanda è una sola: perché mai costoro sbraitavano tanto contro il conflitto d´interessi di Berlusconi, e ora che sono al governo si rifiutano di “farsi controllare”, per verificare se abbiano o meno una situazione di conflitto d‘interessi? 😉

° 

P.S.: un grazie a Ilaria per avermi inviato via mail l´articolo di Italia Oggi che contiene queste informazioni.

° 

22 Responses to "I conflitti d´interesse dei signori dell´Unione"

  • Gabriele says:
  • camelot says:
  • Kaelidan says:
  • funicelli says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • camelot says:
  • ilaria says:
  • camelot says:
  • Kaelidan says:
  • camelot says:
  • etienne64 says:
  • Kaelidan says:
  • camelot says:
Leave a Comment