Federico Moccia: tre metri sopra il cielo e rigorosamente a Destra

Federico Moccia foto

Amato e detestato in egual misura.° 

Amato dai giovanissimi che hanno letto la sua opera più famosa (“Tre metri sopra il cielo“), passandosela l´un l´altro grazie alle fotocopie (prima che fosse stampata da Feltrinelli).

Detestato o guardato con sufficienza da certa critica, che ha come “ragione sociale” il contestare qualunque autore venda libri. E tanti.

Federico Moccia, l´autore di cui si parla.

Assieme a Giorgio Faletti, una delle due rivelazioni “letterarie” degli ultimi anni.

Ciò che lo caratterizza, più di tutto, è la sua capacità  di essere in sintonia con i tempi.

Di gettare uno sguardo attento e curioso sulla generazione dei giovanissimi.

Una generazione targata iPod e videocellulari.

Una generazione di cui si parla tanto. Spesso a sproposito.

E di cui Moccia è il più fedele interprete.

Come ha scritto Valter Delle Donne sul Secolo d´Italia:

Il bestseller di Moccia va trattato con rispetto e interesse, smontando le tante banalità  che riguardano la sua produzione“.

Che è “letteratura“, caratterizzata da “una tecnica narrativa impeccabile” e da “un linguaggio elementare e mai sciatto“.

Capace di “fotografare in maniera nitida la nostra società “.

Anche Giorgio Faletti, condivide il giudizio positivo su Moccia:

Se è riuscito a convincere tanti ragazzi che di solito non leggono a fare la coda in libreria, vuol dire che ha toccato delle corde che altri, prima di lui, non hanno saputo toccare“.

Ed° è° riuscito a° farli volare tre metri sopra il cielo.

Cosa che al sottoscritto fa parecchio piacere.

Anche perché Federico Moccia è dichiaratamente di Destra. 😉

° 

13 Responses to "Federico Moccia: tre metri sopra il cielo e rigorosamente a Destra"

Leave a Comment