Gianfranco Fini: no ad elezioni anticipate

Gianfranco Fini foto

All´indomani della caduta del governo Prodi, su questo blog si sono analizzate le ragioni per cui sarebbe deleterio per il Paese andare a nuove elezioni. E i motivi per cui sarebbe opportuno un governo di larghe intese.° 

In tal senso si sono espressi anche Berlusconi e Gianfranco Fini.

Quest´ultimo l´altro ieri ha dichiarato:

Non c´è dubbio che tutti gli iscritti della Cdl vorrebbero votare domani, ma una classe dirigente è tale quando, pur comprendendo i desideri della propria base, non li confonde con ciò che è realisticamente possibile“.

Chiedere le elezioni anticipate sarebbe un errore perché si ricompatterebbe la sinistra intorno all´unico collante dell´antiberlusconismo. Perché dovremmo fornire loro questo alibi?“.

Oggi, intervistato dal Corriere, Fini ha aggiunto anche altro:

Io sono stato molto lieto che Berlusconi mi abbia e abbia pubblicamente detto, con l’importanza del luogo e con solennità , che smentisce quanto gli è stato attribuito (ha smentito, cioè, di volere elezioni subito, ndr). Poi certo, anche i tifosi di An sognano la cabina elettorale, ma non si confondono i desideri con la realtà , perché si sciolgono le Camere quando è impossibile avere una maggioranza. Poi, cosa accadrà  se Prodi non ce la facesse a resuscitare, lo valuterà  il capo dello Stato. E ci sono varie ipotesi, tra le quali anche il ricorso alle urne, ma non è l’unica possibilità “.

E sulla ipotesi di un governo tecnico, istituzionale o di larghe intese afferma:

Lo ripeto, sarà  il capo dello stato a decidere. E tra le ipotesi, c’è sicuramente quella di un governo di questo tipo. Per quanto mi riguarda, sottoscrivo una dichiarazione di Berlusconi: nel panorama politico ci sono personalità  istituzionali che possono dare garanzie“.

° 

2 Responses to "Gianfranco Fini: no ad elezioni anticipate"

Leave a Comment