Giobbe Covatta: l´assenteista premiato con un posto al Ministero dell´Ambiente

Giobbe Covatta foto

C´era una volta un comico. Tutto barba e napoletanità .° 

Il suo nome era Gianmaria Covatta. Detto Giobbe.

Il nostro, si fece strada nell´ambiente artistico, grazie al suo scopritore: Maurizio Costanzo.

Ospite fisso dello show di quest‘ultimo, ebbe modo di acquisire una vasta notorietà .

Il suo repertorio era da ridere, mica no: ogni tre battute, cinque riguardavano mister B.

Di sinistra lo era sempre stato. E di ciò non faceva mistero.

Ma un giorno prese la decisione di rendere ancora più esplicita la sua passioncella politica.

Fu così – un annetto fa – che decise di candidarsi per i Verdi, al Consiglio comunale di Roma (città  in cui vive).

Una discreta performance, la sua: 3.586 suffragi a suo favore.

Sicchè da allora, per il Covatta, è iniziata una nuova vita.

Fatta di impegno e di politica. Di problemi da risolvere.

Non più arte o astrazioni, ma cose concrete. Cose vere.

Cose che il nostro, ha talmente preso a cuore, che su 43 sedute del Consiglio comunale, egli ha preso parte solo a 7 di queste.

Ohibò!

Ma com´è possibile? Un uomo di sinistra che usa la sua notorietà  per farsi eleggere al Comune, e poi non si presenta in Aula e si limita ad incassare solo i danè?

Non è possibile. Qui qualcosa non quadra.

Qui gatta ci Cova(tta).

Infatti il nostro (come rendiconta Mattias Mainiero su Libero), qualche giorno fa ha convocato una conferenza stampa.

Nel corso della quale – urbi et orbi – ha comunicato:

Signori, mi sono dimesso“.

Purtroppo, i miei impegni non mi consentono di sedere in consiglio il lunedì e il giovedì (e non lo sapevi già  prima? ndr). Continuerò a conservare il mio incarico di delegato del sindaco alle iniziative di solidarietà  e cooperazione internazionale e lo farò con entusiasmo“.

Al che, prevedendo che questa informazione avrebbe gettato nello sconforto più totale tutto il centrosinistra italico, egli ha voluto rassicurare i suoi fan:

Ne ho parlato con Veltroni e non c´è stato nessun trauma perché non mi pare che si tratti di nulla di traumatico (che modesto che è quest´omino, ndr). Ora parlerò anche con il ministro Pecoraro Scanio che spero riempirà  il buco che ho lasciato affidandomi qualche altro incarico“.

Ora. A parte l´uso di quella parola un po´ equivoca: buco.

Ma soprassediamo.

Si può immaginare che uno, palesemente assenteista, riceva un altro incarico politico a spese del contribuente?

Ovviamente no.

Infatti la risposta di Pecoraro Scanio non s´è fatta attendere:

Alfonso Pecoraro Scanio ha nominato Giobbe Covatta testimonial del dicastero per quanto riguarda la cooperazione internazionale ambientale. La sua passione e la sua esperienza nel settore della cooperazione saranno davvero preziose“.

Sicuramente!

° 

15 Responses to "Giobbe Covatta: l´assenteista premiato con un posto al Ministero dell´Ambiente"

  • prefe says:
  • camelot says:
  • Claudio says:
  • camelot says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
  • camelot says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment