I Pm archiviano la posizione del medico che ha staccato la spina a Welby

Piergiorgio Welby foto

Mario Ricci è il medico che ha aiutato Piergiorgio Welby a trapassare.° 

A suo carico era stato aperto un procedimento disciplinare da parte dell´Ordine dei medici di Cremona, che alla fine – nella sua condotta – non ha ravvisato° alcunché di censurabile.

Pochi giorni fa, anche i magistrati romani – che avevano aperto un´inchiesta sull´accaduto – hanno considerato legittimo il comportamento di Mario Ricci:

Nessun addebito deve muoversi a chi, in presenza di un´impossibilità  fisica del paziente, abbia materialmente operato il distacco del ventilatore automatico, in quanto l´azione è stata eseguita per dare effettività  al diritto del paziente“.

Un diritto – quello alla autodeterminazione – che:

Trova la sua fonte nella Costituzione e in disposizioni internazionali recepite dall´ordinamento italiano e ribadito in fonte di grado secondario dal codice di deontologia medica“.

I pubblici ministeri hanno anche aggiunto:

La valenza del diritto del paziente resiste anche se parametrato ad una valutazione di ragionevolezza poiché esso era non solo cosciente, ma liberamente determinato a non continuare il trattamento in quanto consapevole della impossibilità  della guarigione e anche della impossibilità  solo di un miglioramento o della attenuazione della sofferenza, di modo che non sembra nemmeno adeguato parlarsi di un riconoscimento di un incondizionato libero arbitrio“.

Talchè, concludono i Pm:

Non appare censurabile il comportamento del medico per non aver reimpiantato la ventilazione meccanica artificiale al manifestarsi della crisi respiratoria, poiché non sussisteva a suo carico un obbligo, di legge, a mantenere in vita il paziente“.

Amen.

° 

Leave a Comment