Giovanni Russo Spena: l´assenza di dignità  e di etica fatta persona

Giovanni Russo Spena foto

Quasi vent´anni di ininterrotta presenza in Parlamento.° 

Il doppio cognome a ricordare a noi tutti, miseri borghesi, la sua nobile origine di ricco aristocratico.

Una vita spesa a sostenere in ogni modo l´eversione comunista. Comunque essa si manifestasse.

Con un tratto costante: la vicinanza a qualunque fanatico e violento, purché comunista.

Sua la scelta, tra l´altro, di dedicare un´aula del Senato ad un teppista. Lo stesso che – estintore in mano – era pronto a trucidare barbaramente un servitore dello stato.

Giovanni Russo Spena, l´uomo di cui si parla. Il capogruppo al Senato di Rifondazione comunista.

L´ominide in questione – ieri che correva l´anniversario della tragica uccisione di Marco Biagi, ad opera di terroristi comunisti – invece di pronunciarsi con parole consone alla ricorrenza, ha pensato bene di uscirsene con una dichiarazione che lascia basiti.

Parlando del recente arresto del terrorista Cesare Battisti, ha detto:

Compito della politica è chiudere definitivamente con gli anni di piombo, con un´amnistia mirata ai reati commessi dall´eversione“.

La personalità  di Battisti è molto cambiata nel corso di questi anni. Oggi abbiamo di fronte un attempato eversore di un tempo. Inoltre, non può essere estradato perché il nostro sistema non prevede la revisione del processo per chi, come lui è stato condannato in contumacia“.

Anche Erich Priebke, quando l´hanno processato, era “un attempato” – anzi attempatissimo – criminale “di un tempo“. Eppure il Russo Spena, garantista a targhe alterne, mai nemmeno una parola pronunciò per il macellaio nazista (che la condanna se la merita tutta, ovviamente).

Ieri, però, ha sentito il bisogno di parlare.

E di dire che quel farabutto di Battisti, che 4 esseri umani ha ucciso personalmente, mica moscerini – e mai un giorno di carcere ha fatto, mentre ha trascorso una bella vita in Francia – è bene gli si conceda l´amnistia: in fondo è cambiato.

Mai!

I criminali, tutti (rossi o neri poco importa), in galera.

A marcire.

E i Russo Spena mandati in Parlamento a fare “leggi ad personam” per squadristi rossi, no global, picchiatori comunisti e terroristi di ogni risma, a casa.

A lavorare!

° 

4 Responses to "Giovanni Russo Spena: l´assenza di dignità  e di etica fatta persona"

  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
  • camelot says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
Leave a Comment