L´ecatombe di Prodi: in pochi giorni diventano irrealizzabili molte sue promesse elettorali

Romano Prodi foto

Tutto è cominciato l´altro ieri.° 

I tecnici del Tesoro hanno stoppato il progetto prodiano relativo ai baby pensionati.

Non ci sono i danè!

Se si consente ai lavoratori di andare in pensione a 58 anni, va a farsi benedire tutto il tesoretto. E sarebbero comunque necessari anche altri stanziamenti (pertanto Prodi ha fatto dietrofront, almeno in parte).

Ma non solo.

Ve la ricordate la storiella relativa alla riduzione dell´Ici sulla prima casa?

Bene.

Anche questa promessa va a farsi benedire.

Prodi, infatti, a tal proposito ha dichiarato:

Ho fatto una lunga riflessione e non credo che sia una provvedimento da fare oggi“.

Pazienza che l´80% degli italiani possieda una casa!

Intanto Rutelli – irato – ha replicato:

Penso che questa volta Prodi non abbia capito la portata che una misura come l’immediata abolizione dell’Ici sulla prima casa avrebbe sulla stragrande maggioranza degli italiani“.

Ma le grane per il Promessore Prodi non finiscono qui.

In quanto sull´esecutivo dell´Unione sta per abbattersi una tegola di ingenti proporzioni.

Infatti il Commissario europeo alla Concorrenza (Neelie Kroes) – come ha rivelato Italia Oggi – pare intenzionato a censurare la riduzione del cuneo fiscale varata dalla Finanziaria 2007.

Il provvedimento in questione, infatti, violerebbe – e pesantemente – l´articolo 87 del Trattato Ce (cosa che su questo blog si va ripetendo da febbraio).

Rappresenterebbe un aiuto di stato alle imprese.

E in più, alla Commissione europea, non capiscono la natura selettiva del provvedimento.

Il fatto che escluda banche e assicurazioni, in buona sostanza, è considerato come il motivo principale per cui il provvedimento debba essere bocciato.

Non a caso, oggi, finanche il Corriere della Sera (nella versione cartacea) si è occupato di questo argomento.

E in articolo apparso a pagina 6 (a firma Mario Sensini), riferisce che:

Padoa-Schioppa continua a essere un po´ preoccupato per i conti, anche perché forse presto bisognerà  anche allargare il cuneo fiscale a banche e assicurazioni (si parla di un decreto) per evitare una multa Ue“.

Insomma è un periodaccio per Prodi.

E tutto questo nonostante il centrodestra continui a tacere.

Delegando a terzi il compito di fare opposizione.

° 

2 Responses to "L´ecatombe di Prodi: in pochi giorni diventano irrealizzabili molte sue promesse elettorali"

Leave a Comment