E i costi della politica e dello Stato continuano a crescere

Soldi foto

Come sempre avviene, nei palazzi della politica si predica bene e si razzola male.° 

Anzi malissimo.

A noi cittadini era stato promesso un contenimento dei costi della politica, e invece nulla di tutto ciò s´è verificato.

Come rendiconta, infatti, Mauro Romano su Italia Oggi, i politici oggi ci costano anche il doppio rispetto a due anni fa.

Si consideri ad esempio la voce “Stipendi di governo“.

Nel 2005 il contribuente pagava per questo capitolo di spesa, complessivamente 3.738.776 euro.

Somma lievitata nel 2006 a 5.945.426 euro.

Mentre quest´anno (2007) con il governo Prodi, per le indennità  di coloro che compongono l´esecutivo, noi cittadini arriveremo a sborsare 6.548.616 euro.

Il 76, 10% in più rispetto al 2005.

Ma questa non è l´unica voce ad aver subito un aggravio.

Si consideri, ad esempio, l´assegno del Presidente della Repubblica.

Nel 2005, l´inquilino del Quirinale, costava a noi contribuenti 218.407 euro.

Somma lievitata a 221.847 euro nel 2006.

Mentre nel 2007, lo stipendio del Capo dello Stato raggiungerà  i 222.993 euro: il 2,10% in più rispetto al 2005.

Altra voce che fa riferimento al Presidente della Repubblica, è quella relativa alla “Dotazione Quirinale“.

Bene, per questo capitolo di spesa nel 2005 si sono sborsati 205.000.000 di euro.

Quest´anno, invece, noi contribuenti arriveremo a spendere 224.000.000 di euro: il 9,26% in più.

Ancora.

Si consideri la previsione di spesa per il Senato.

Quest´anno si dovrebbero spendere 582.210.500 euro.

Nel 2005 se ne spendevano 550.674.274: un incremento, quindi, del 5,72%.

Si passi poi alla Camera dei Deputati. Anche qui per considerare la previsione di spesa.

Che nel 2007 prefigura un esborso di complessivi 961.800.000 euro.

Importo che nel 2005 era pari a 907.000.000: quindi nel biennio 2005/2007, il costo per noi contribuenti è aumentato del 6,10%.

Altra voce meritevole d´attenzione, è quella che riguarda le spese per il mantenimento della Corte Costituzionale.

Nel 2005 si spendevano 43.500.000 euro.

Mentre quest´anno la Somma Magistratura ci costerà  51.000.000 di euro: il 17,24% in più.

Insomma, e comunque la si consideri, mentre a noi cittadini vengono imposti sacrifici – e un aggravio della pressione fiscale – i signori del Palazzo, a contenere le loro spese, non ci pensano affatto.

D´altra parte tutto ciò è possibile, anche perché una parte della popolazione continua ad essere statalista, e ad avere una fiducia illimitata nella politica e nello stato.

Poveri illusi.

° 

3 Responses to "E i costi della politica e dello Stato continuano a crescere"

  • prefe says:
  • camelot says:
  • prefe says:
Leave a Comment