Il deputato Ds Vincenzo De Luca e le accuse a Bassolino per l´emergenza rifiuti in Campania

Vincenzo De Luca foto° 

Antonio Bassolino foto

E´ una guerra tra giganti, quella tra Vincenzo De Luca – Sindaco di Salerno e Deputato dei Ds – ed Antonio Bassolino, governatore della Campania sempre in quota Democratici di Sinistra.° 

E´ una guerra tra giganti, però, non perché i due siano grandi politici o amministratori.

Quanto perché fanno a gara a chi abbia più procedimenti penali a carico.

Bassolino, porta sul groppone non meno di 10 procedimenti per illeciti vari (ovviamente le sue responsabilità  dovranno essere appurate dalla Magistratura. E fino a prova del contrario, “persino” lui è innocente).

Vincenzo De Luca, invece, è un diessino sul cui capo – fino a qualche tempo fa – pesavano addirittura tre ordini di arresto cautelare (Parlamento pulito? Certo, come no!).

Oggi questi due fulgidi esempi di “ottima e onestissima amministrazione locale” – ottimi esempi di cosa voglia dire la sinistra al potere, almeno in Campania – tornano ad incrociare i guantoni.

Per l´esattezza è Vincenzo De Luca, che dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno – intervistato – lancia le sue accuse a Bassolino.

Attribuendogli la totale responsabilità  dell´emergenza rifiuti in Campania:

Mi ero imposto il voto del silenzio per carità  di patria, immaginando che ci si concentrasse sulle cose da fare. Oggi sono però costretto a intervenire perché vedo esprimersi posizioni inaccettabili come quella del presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, un esempio di cadornismo e di scaricamento totale delle proprie responsabilità  sugli altri. Ma diamine, come si fa a scaricare sui sindaci un disastro di dimensioni bibliche come quello che si sta verificando in Campania?“.

In un´intervista Bassolino ha dichiarato di star combattendo da sette anni. E´ una menzogna. Stanno combattendo i sindaci, e la Regione ha la responsabilità  di non aver fatto piani per sette anni e di essere arrivata all´emergenza totale con un piano ingestibile“.

Già  nel novembre 2000 indissi una conferenza stampa in previsione della annunciata chiusura, un mese dopo, di tutte le discariche, ponendo una semplice domanda: dove manderemo a scaricare i camion? Anche allora, nessuna risposta“.

Il fatto è che non si è avuto il coraggio di combattere l´ambientalismo cialtrone, che in nome dell´ambiente (no alle discariche, no agli impianti) ha contribuito a provocare il disastro ambientale più grande dell´Occidente. Ma c´è dell´altro: per anni, il problema principale non è stato l´emergenza, ma la necessità  di scaricare centinaia di mezzi delinquenti nei Consorzi di bacino, pagati per non far niente“.

Lista nera, black list, chiamiamola come più ci piace: la cosa vera è che in qualunque paese democratico in casi come questi si fa l´elenco dei responsabili. E io ci metto Bassolino“.

Probabilmente solo a qualche minus habens (o a qualche lestofante) sfuggono le inequivocabili responsabilità  di Bassolino, in questa storia di corruzione e inefficienza che va sotto il nome di “emergenza rifiuti”!

° 

2 Responses to "Il deputato Ds Vincenzo De Luca e le accuse a Bassolino per l´emergenza rifiuti in Campania"

Leave a Comment