Vox populi

Urlo di Munch foto

Dal Forum del Corriere della Sera, lo sfogo di un elettore di sinistra:° 

“Prima la finanziaria lacrime e sangue che ha tagliato la spesa pubblica senza criterio ed ha aumentato le spese militari . Poi le false promesse ai lavoratori sul cuneo fiscale andato a finire nelle tasche delle solite imprese.
Anocora poi il tesoretto venuto dall’extragestito fiscale ma appena si paventa la possibilità  di redistribuire un pò ai meno abbienti, Confuindustria alza le barricate e le sue sirene arrivano anche a Palazzo Chigi.
E che dire di Vicenza, Val di Susa, Serre, et et… il governo di centro-sinistra se ne frega della volontà  popolare. In Campania , dopo anni di copevole inerzia dei vari commissari straordinari ( tra i quali Bassolino) si vuole portare tutta l’immondizia in una delle più belle oasi naturali d’Italia. A Vicenza il popolo di sinistra che aveva manifestato contro l’editto rumeno di Prodi sull’allargamento della base USA l’aveva giurato: non voteremo più. Detto fatto e a tutto vantaggio delò Tosi di turno.
Ma anche nel resto del paese il popolo no-war che in Italia è assolutamente maggioritario ha mandato un chiaro segnale.
Quanto al nord: non basta che un giorno prima delle elezioni il ministro Damiano faccia una affrettata dichiarazione con cui annuncia l’abrogazione della legge Biagi. Chi vuole prendere in giro? Precari e partite IVA non sono così fessi.. e poi quante tasse che vanno a finire nel buco nero della mala ammnistrazione, degli sprechi e sempre più famosi costi della politica. Il segnale è chiaro e forte.. sarà  capace Prodi di riceverlo? Ne dubito assai stretto com’è tra capre e cavoli”.

° 

Leave a Comment