Il benservito ai Ds (e a Prodi)

Pistola foto

Era già  tutto previsto.° 

Per cui non desta particolare meraviglia il ciclone che sta abbattendosi sui Ds (anche se probabilmente il meglio deve ancora venire).

Semmai l´attenzione riguarda altri aspetti.

Innanzitutto cosa farà  la Margherita?

Replicherà  al contenuto di queste intercettazioni con l´atteggiamento moralistico di un paio d´anni fa, quando Parisi e altri avanzarono nei confronti dei Ds una qualche specie di “questione morale?

Allora il Partito democratico non era nemmeno in fase di costituzione. Oggi, viceversa, il processo costituente è avviato. Sarebbe controproducente.

Dunque la Margherita, forse, questa volta non ha interesse a gettare discredito sui Ds.

L´altra incognita, poi, riguarda l´effetto che questa vicenda avrà  sulla tenuta del governo Prodi.

Se i Ds s´indeboliscono, evidentemente, s´indebolisce anche l´esecutivo dell´Unione.

Che mai come negli ultimi giorni gode di pessima salute.

Sabato, ad esempio, si è consumata – ed era sotto gli occhi di tutti – una profonda frattura tra movimento antagonista e sinistra massimalista.

A raccontarla c´era da una parte la piazza vuota e tristissima della kermesse organizzata da Rifondazione, Verdi e Pdci; e dall´altra quella piena (pienissima) dei centri sociali.

La sinistra massimalista tutta è intenzionata a correre ai ripari. E a chiedere un cambio di rotta.

Franco Giordano:

Sulla politica economica e sociale chiediamo una netta inversione di tendenza. Serve uno scarto, un salto di qualità  o l´intero governo rischia di trovarsi in enorme difficoltà  con gran parte del nostro popolo“.

Alfonso Gianni, sottosegretario rifondarolo allo Sviluppo economico:

C´è un gran problema di politica economica. Senza una svolta si apriranno problemi consistenti“.

Ancora più esplicito è il capogruppo al Senato di Rifondazione, Giovanni Russo Spena:

Su extragettito, salari, dpef e pensioni il nostro atteggiamento cambia profondamente. Basta mediazioni. Non faremo sconti. Noi non siamo, come vorrebbe Rutelli, l´intendenza che segue“.

Fosco Giannini, senatore del Prc:

Questo governo non risponde alle speranze che abbiamo seminato. Prodi non può farci pagare altri prezzi. Le pensioni? Se non cancellano lo scalone non le votiamo“.

Oliviero Diliberto:

Il problema è che il popolo della sinistra non percepisce il cambiamento, non vede la differenza tra il governo di Berlusconi e quello di Prodi. La gente non sta meglio, sta peggio. E quindi non ti vota più“.

Queste dichiarazioni di rottura cosa sono: la solita sceneggiata?

Lo vedremo da qui al 30 giugno: quando il Dpef dovrà  essere approntato, e la questione della Riforma Maroni (il famigerato “scalone”) dovrà  essere risolta definitivamente.

Poche cose sono certe, però.

Primo.

Che il centrodestra – su questa vicenda delle intercettazioni – deve tacere.

Al massimo qualche punturina di spillo. Da affidare, però, alle dichiarazioni di qualche peone.

Non c´è bisogno di infierire, anche perché potrebbe essere controproducente: lorsignori dell´Unione potrebbero ricompattarsi.

Invece se dalla CdL non arrivano attacchi, si assisterà  almeno ad un mezzo suicidio.

Secondo.

Il “salotto buono” che controlla la “Cupola” (Corriere della Sera, La Stampa, Repubblica e il Sole 24 Ore) è tornato ad alterare le normali dinamiche democratiche.

E a farsi parte attiva dei processi decisionali.

Per di più con i soliti mezzucci immorali: intercettazioni più o meno illegalmente diffuse e killeraggio con dossier più o meno attendibili.

Cosa voglia con precisione, è difficile a dirsi.

Di sicuro non si schiererà  mai dalla parte del centrodestra.

Dunque se anche la “Cupola” dovesse riuscire a far cadere Prodi e a sostituirlo con un “governo a termine” (per approntare una nuova legge elettorale e poi subito al voto), nessuno del centrodestra esulti troppo.

Oggi tocca a loro subire gli attacchi.

Domani – non ci si illuda – toccherà  a noi.

° 

° 

P.S.: interessante questa conversazione con il “compagno” Stefano Ricucci.

° 

4 Responses to "Il benservito ai Ds (e a Prodi)"

  • Zia Concetta says:
  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment