La Cina si prepara alle Olimpiadi del 2008: bambini costretti a lavorare 15 ore al giorno

Bambini cinesi in schiavitù foto

La denuncia arriva dalla Playfair Alliance (sigla che riunisce diversi sindacati).° 

Ed è contenuta nel rapporto “Nessuna medaglia alle Olimpiadi per i diritti dei lavoratori“.

Secondo cui in Cina – all´interno di almeno 4 fabbriche – si starebbero consumando gravissime violazioni di diritti a danno di minori (ma non solo).

Diversi bambini, infatti, verrebbero impiegati (nei giorni in cui non c´è scuola) per lavorare alla realizzazione di gadget legati alle Olimpiadi.

I minori impiegati avrebbero dai 12 anni in su. E in spregio a qualsiasi legge, verrebbero fatti lavorare dalle 7.30 alle 22.30. E per un compenso di 20 centesimi di euro all´ora.

15 ore di lavoro schiavista, una paga miserrima, e in più verrebbero tenuti all´interno di ambienti insalubri in cui si inalano sostanze altamente tossiche.

Sorte analoga – e sempre secondo il rapporto stilato dalla Playfair Alliance – riguarderebbe anche lavoratori adulti.

Le fabbriche, ovviamente, smentiscono ogni addebito (imponendo ai lavoratori sfruttati il silenzio: pena il licenziamento).

In ogni caso sarà  il Comitato internazionale olimpico, a doversi pronunciare sul rapporto.

Sperando che almeno una volta – e diversamente da come sempre accade, quando c´è di mezzo la Cina – non si finisca per chiudere un occhio.

Se non addirittura tutti e due.

° 

9 Responses to "La Cina si prepara alle Olimpiadi del 2008: bambini costretti a lavorare 15 ore al giorno"

  • GM says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Cristian says:
  • camelot says:
Leave a Comment