Finalmente Storace ha lasciato Alleanza Nazionale

Francesco Storace foto

Antonio Socci, Giuliano Ferrara e Marcello Veneziani – persone che di politica capiscono un´acca – hanno sempre rimproverato a Gianfranco Fini l´eccessiva moderazione. Da una parte.° 

E dall´altra il fatto che il leader di Alleanza Nazionale mai abbia voluto “cavalcare” l´onda del conservatorismo religioso, cioè del tradizionalismo.

In buona sostanza, i Soloni di cui sopra, stigmatizzano il fatto che Fini abbia rifiutato il modello di destra offerto – al mondo intero – da George W. Bush.

Un modello che, sempre i Soloni di cui sopra, considerano non solo irrinunciabile, ma finanche vincente.

Adducendo a motivazione, ad esempio, la vittoria al referendum sulla legge 40, da parte del “fronte del no” (che a loro avviso, è indice dell‘esistenza di una diffusa destra religiosa nel Paese).

I signori di cui sopra, vagheggiano una destra tradizionalista, s´è detto.

Una destra che si faccia dettare l´agenda politica dal Vaticano (leggasi Ruini).

Una destra dai Valori forti.

Una destra capace di anteporre alla “Realtà ” lo “Spirito”, al “Governo” i “Principi”, alla risoluzione pragmatica dei problemi le “Utopie”.

Insomma una destra chiacchierona, che invece di farsi carico di trovare soluzioni onde – per esempio – accrescere il livello occupazionale (che tamarrata questo occuparsi di cose concrete e terrene, direbbero loro), vada ad occuparsi di “cose celesti”: della Civitas Dei.

Perché – sostengono le menti eccelse di cui sopra – la nostra civiltà  vive un declino, il nichilismo e il relativismo bussano alla porta ogni giorno (toc toc, c´è qualcuno?), e dunque si devono trovare soluzioni a problemi concreti, ma partendo dalla dimensione spirituale. Quest´ultima è l‘Alfa.

Del tipo: in Occidente non si figlia più!

Ohibò, ma che mi dici mai?

Talchè – sempre per le menti eccelse di cui sopra – una politica di destra, degna di questo nome, non può limitarsi a suggerire “interventi concreti” a sostegno della famiglia (bonus bebè, “quoziente familiare”, detassazione per le famiglie con elevata prole), assolutamente no.

Deve “convertire” le masse!

Deve, cioè, penetrare nella psicologia delle persone, onde determinare in esse una mutazione antropologica, valoriale. Così da risolvere il problema “a monte”.

Cioè, per le menti eccelse di cui sopra, fa nulla che le scienze sociali (la demografia o l‘economia dei paesi in via di sviluppo, ad esempio) evidenzino come in tutte le società  post industriali si crei un “effetto sostituzione” – per cui gli individui, alla famiglia numerosa (intesa come valore positivo tipico delle società  contadine o primitive), preferiscano altro: un miglior tenore di vita per sé e la propria prole, ad esempio – no: per le menti eccelse di cui sopra – la destra che loro vagheggiano – deve occuparsi di dire alla gente: “Ritrovate la Fede. Vivete secondo i Sacri Precetti. E riportate nella vostra esistenza quotidiana la Religione”.

Così, loro sostengono, agendo da promoter della Fede, si aiuta la “gente” a ritrovare la “retta via”: e in questo modo, la gente ritorna a figliare (che geni questi signori!).

Dunque per costoro, la Fede deve essere ricondotta dalla dimensione del “Foro Interno” a quella del “Foro Esterno”. E questo “transito” deve essere favorito dalla destra, la loro.

E la politica, lungi dall´occuparsi di cose come la “pagnotta”, dovrebbe avere cura -prioritariamente – di “calendarizzare” questioni spirituali e morali.

Che saggiamente, poi, dovrebbero essere tradotte in “battaglie culturali”.

Perché per i signori di cui sopra, compito della politica non è confrontarsi/scontrarsi tra schieramenti avversi sulle soluzioni da adottare per risolvere i problemi concreti, no!: compito della politica è fare battaglie culturali, battagli di valori, battaglie – meglio sarebbe dire: Crociate – su questioni che riguardano la vita morale – dunque privatissima – degli individui.

Insomma la destra – per costoro – dovrebbe vincere le Crociate, non accrescere il Pil e il livello occupazionale, emancipando dalla povertà  le persone!

Non solo.

Per questi signori, la destra da loro vagheggiata, dovrebbe dimenticare quella questioncella chiamata “libero arbitrio”.

Per cui se Dio dà  agli uomini il “diritto” di scegliere tra A e B, loro – le menti eccelse di cui sopra – vorrebbero una destra che – in nome della lotta al relativismo – privasse, con l´ausilio della legislazione, la gente del “libero arbitrio” (è una semplificazione eccessiva e dozzinale, me ne rendo conto e me ne scuso).

Ora.

Io sono un ex missino di trentatrè anni. Dunque della destra – avendo anche ricoperto incarichi direttivi a livello giovanile – qualcosa ne capisco.

Al punto da poter dire che nemmeno il Msi era così “fondamentalista” (anche se il paragone non può essere fatto: quando è stato “sciolto” il Movimento Sociale, vivevamo un´altra era, in tutti i sensi).

Dunque che questi signori – e per di più nel 2007 – sognino una destra totalmente “scollata” dalla realtà , una destra che mai è esistita (e che in Europa non ha eguali, o quasi), fa parecchia tenerezza.

E siccome fa tenerezza, si è felici di comunicare a questi signori una “buona novella”.

La destra da loro vagheggiata è in dirittura d´arrivo.

Pronta ad essere “varata” da Francesco Storace.

Così che noi – finiani – continueremo ad occuparci di cose modeste: cercare con umiltà  di risolvere problemi concreti. Avendo cura di proporre soluzioni massimamente pratiche e “attuali”.

E loro – i tradizionalisti – si misureranno sul campo delle discettazioni di principio, della lotta alla modernità  (qualunque declinazione essa abbia nel reale), e del birignao sui Valori.

Ancora più di prima saremo “distinti e distanti”.

Con l´auspicio – e concludo – che tanti dirigenti di Alleanza Nazionale (che le posizioni di Storace condividono dalla A alla Zeta, mentre quelle di Fini no), abbandonino la “cadrega”, per seguire il loro condottiero.

Anche se – si è già  consapevoli – ciò non avverrà .

Purtroppo.

° 

59 Responses to "Finalmente Storace ha lasciato Alleanza Nazionale"

  • silvestro says:
  • silvestro says:
  • camelot says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
  • destralab says:
  • camelot says:
  • Corvorossononavraiilmioscalpo says:
Leave a Comment