Il climatologo Franco Prodi (fratello del premier) spara a zero contro il catastrofismo ambientalista di Pecoraro Scanio

Deserto foto

L´allarme lanciato qualche giorno fa dal Cnr – e secondo cui la temperatura nel nostro Paese sarebbe cresciuta 4 volte in più che nel resto del mondo – è assolutamente destituito di ogni fondamento scientifico.° 

Pura menzogna!

A dirlo, non è un liberale. Uno di quelli che non crede all´effetto serra.

Giammai.

A sostenere l´assoluta infondatezza delle tesi sposate dal Ministro Pecoraro Scanio, è Franco Prodi.

Che non solo è il fratello del premier in carica (il che già  lo metterebbe al riparo da sospetti): ma è – a detta di alcuni – il più importante climatologo italiano.

E che del Cnr – più precisamente dell´Istituto di scienze dell´atmosfera e del clima, che al Cnr afferisce – è direttore.

Oggi, intervistato da Alessandra Arachi sul Corriere della Sera, Franco Prodi si è scagliato contro i risultati diffusi dall’istituto di ricerca° (unico riscontro on line, questo).

Vediamo cos´ha dichiarato in riferimento alla conferenza sul clima:

E´ stata una conferenza impostata male. Gli è stato dato un titolo e un´impronta scientifica, ma non hanno invitato nessuno scienziato. E hanno sbagliato a leggere i dati“.

E´ stato detto che in Italia la temperatura è aumentata quattro volte in più rispetto al resto del pianeta: ma come hanno potuto?“.

Eppure i dati arrivano dal Cnr. E dicono che a fronte di un aumento di temperatura di sette decimi di grado per secolo, in Italia è aumentata di un grado. Ovvero l´Italia è assolutamente in linea rispetto al resto delle terre emerse dove, si sa, la temperatura è sempre superiore“.

Chiaro il concetto?

Andiamo avanti, perché Franco Prodi ha aggiunto anche una cosa molto rilevante.

Lui, primo climatologo italiano, afferma che la natura antropica del surriscaldamento della Terra non è un fatto certo. Anche se – a sua detta – è molto probabile:

Hanno dato per scontato e misurato il contributo antropico all´aumento della temperatura. Ma non è così: è assai probabile che ci sia il contributo dell´uomo nell´aumento di temperatura. Ma quantificarlo è, invece, il problema di questo secolo. E dare un messaggio distorto in questo senso è assolutamente nocivo perché blocca il desiderio dei giovani per la ricerca“.

Non solo.

Franco Prodi, dichiara anche il proprio sostegno a favore dell´energia nucleare:

Una scelta inevitabile se si vuole continuare nella società  con questi consumi. Inevitabile per la compatibilità  con il clima, visto che con il nucleare non si produce anidride carbonica, anche se limitata nel tempo: non abbiamo scorte che per tre-quattro secoli“.

A questo punto rimane solo una domanda.

Come diamine è possibile che un Ministro della RepubblicaPecoraro Scanio, nello specifico – manipoli le informazioni divulgate dal Cnr, diffondendo dati falsi?

L´unica risposta che so darmi è la seguente.

Si approssimano le elezioni politiche (primavera 2008), e Pecoraro Scanio – soffiando sull´allarmismo – cerca di raccogliere consensi elettorali per il suo partito.

I Verdi.

Un partito, cioè, che campa sulle paure della gente.

° 

Tracked back to: The Crazy Rants of Samantha Burns, Pirate´s Cove, The Bullwinkle Blog.

° 

23 Responses to "Il climatologo Franco Prodi (fratello del premier) spara a zero contro il catastrofismo ambientalista di Pecoraro Scanio"

  • Rudolf says:
  • camelot says:
  • Cristian says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Rudolf says:
  • camelot says:
  • Rudolf says:
  • Rudolf says:
  • sinistraSTOP says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Rudolf says:
  • Paciugo says:
  • sinistraSTOP says:
  • camelot says:
  • Rudolf says:
  • Pettenà Jervolino says:
Leave a Comment