I privilegi degli ex parlamentari: viaggi gratis e sconti su tutto

Re foto

Come sempre è Italia Oggi – il quotidiano diretto da Franco Bechis – a fornire le informazioni. Questa volta grazie alla penna di Giampiero Di Santo.° 

La situazione è questa.

Ogni ex parlamentare, quantunque decaduto dall´incarico, ha diritto ad una serie di privilegi: vita natural durante e – chiaramente – a spese di noi contribuenti.

Oltre al vitalizio (pensione) percepito con estrema facilità  – e con pochissimi anni di legislatura sul groppone – gli ex del Palazzo usufruiscono anche di rimborsi spese per i trasferimenti che fanno.

Assolutamente incomprensibile!

Passi per i parlamentari in carica.

Ma per quale diamine di motivo gli ex parlamentari – ritiratisi a vita privata – dovrebbero continuare a viaggiare a spese di noi tutti?

Non si sa.

Sta di fatto che gli “onorevoli” ex avventori del Palazzo, hanno diritto ad un rimborso (medio) annuo pari a 907,71 euro (75 euro mensili. Non proprio tantissimo, ma comunque un rimborso privo di logica).

Come se non basasse, i cari privilegiati, possono continuare a fruire di alcuni servizi a buon mercato.

Il Palazzo, per loro, è sempre aperto.

Sicchè possono continuare a mangiare a sbafo – e per pochi euro – al ristorante della Camera: con meno di dieci euro, mangiano ogni ben di Dio.

Inoltre possono continuare a farsi tagliare le nobili chiome, dal barbiere di Palazzo.

Anche in questo caso, si capisce: a prezzi politici!

Perché mai?

° 

3 Responses to "I privilegi degli ex parlamentari: viaggi gratis e sconti su tutto"

  • Rudolf says:
  • camelot says:
Leave a Comment