Cacciari e Caldarola difendono Berlusconi. Le accuse a suo carico? Puttanate!

Peppino Caldarola foto

Vi riporto un´intervista a Peppino Caldarola apparsa su Affari Italiani (e segnalatami da Politicrack):° 

“Secondo Massimo Cacciari, sindaco di Venezia ed esponente di punta del Partito Democratico, le accuse a Silvio Berlusconi denunciate da la Repubblica sono ‘puttanate‘. E’ d’accordo? “Sì, assolutamente sì“, risponde ad Affari Peppino Caldarola, uno degli uomini più vicini a Walter Veltroni e membro della direzione nazionale del Pd. “Sono puttanate innanzitutto perché non c’è niente di penalmente rilevante. Si tratta di conversazioni private su cui non vale neppure la pena di dare un giudizio ‘bello o brutto’. Le conversazioni fatte senza il sospetto di essere ascoltati sono libere. Ciascuno di noi parla al telefono come diavolo gli pare. Una persona può essere giudicata volgare per il modo in cui si esprime pubblicamente, ma il modo in cui decide di comunicare privatamente non è sottoponibile a un giudizio di valore e tantomeno a un giudizio morale. Ed è assolutamente escluso che sia sottoponibile a un giudizio penale”.

E allora perché Repubblica è uscita proprio in questo momento?
“Adotterei nel caso di Repubblica lo stesso sistema di ragionamento che voglio sia usato con Berlusconi. Non facciamo la corsa al sospetto. Hanno avuto la possibilità  di fare un titolo intrigante e lo hanno fatto. Le cose che mi sembrano ipocrite sono due: il fatto di costruire su questa vicenda un caso politico-giudiziario e il fatto che il magistrato, invece di indagare sui propri colleghi, vada a far perlustrare la casa di D’Avanzo. Avrebbe anche fatto risparmiare la benzina alla Guardia di Finanza… siccome il documento di D’Avanzo esce dal Tribunale della Repubblica. In tutta questa vicenda viene fuori l’Italia ipocrita che si scandalizza che ci siano raccomandazioni che riguardano il mondo dello spettacolo. Non capisco neppure perché diavolo c’entri Saccà , se uno non si rivolge a Saccà  per lavorare nel cinema, a chi diavolo si deve rivolgere? Mi pare che venga fuori un quadro in cui la definizione di Cacciari è perfetta, anche perché emergono il moralismo e l’ipocrisia. Abbiamo visto ben altro”.

Berlusconi ha detto che è tutta una manovra per sabotare il dialogo sulle riforme con Veltroni
“La manovra indica un’intenzionalità  e io onestamente non credo ci sia. Me lo sono chiesto e la risposta è: la manovra non c’è. L’effetto però è esattamente quello. La manovra scatta un minuto dopo che la notizia è resa pubblica, perché si riempiono di indignazione quelli che non vogliono il dialogo. Non è stata studiata a tavolino per impedire il dialogo, però, una volta che la notizia è uscita, tutti i nemici del dialogo si sono buttati a tuffo. Non sono d’accordo con quel giudizio che dà  l’idea che esista una spectre politico-giudiziaria che si muove a orologio. Berlusconi se ne faccia una ragione, non c’è. Il meccanismo è più articolato e più diffuso di quanto lui immagini. E’ vero però che un minuto dopo, in questo caso, i nemici del dialogo hanno deciso di cavalcare l’onda per dire a Veltroni con chi diavolo vuoi discutere?”.

8 Responses to "Cacciari e Caldarola difendono Berlusconi. Le accuse a suo carico? Puttanate!"

  • Politicrack says:
  • sinistraSTOP says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Politicrack says:
Leave a Comment