Pizza, fichi e incompetenza (o dolo)

Giuliano Amato foto

Fortunatamente l´affaire Pizza (e fichi): è finito a tarallucci e vino.° ° 

Il legittimo detentore dello “Scudo crociato”, infatti, ha rinunciato a chiedere uno slittamento della data delle elezioni.

Dimostrando senso dello stato e responsabilità .

Meno male: altri quindici giorni di campagna elettorale, io (e credo tanti altri) non li avrei tollerati.

Detto ciò, però, è necessario commentare l´operato del Ministro degli Interni: Giuliano Amato.

Che ha mostrato – come egregiamente ha osservato anche Fausto Carioti su Libero -, un livello di incompetenza senza eguali.

Incompetenza – per di più – aggravata da due fattori.

Il primo, è rappresentato dal fatto che Amato sia un costituzionalista.

Il secondo – direttamente correlato al primo -, è che l´inquilino del Viminale sia anche un docente universitario (collocato in aspettativa).

Quindi, se per ogni cittadino italico vale la massima “ignorantia legis non excusat“; figurarsi quanto possa essere vincolante l´asserto, per un Ministro della Repubblica che sia anche un costituzionalista!

La nostra Carta, infatti, all´articolo 61 statuisce quanto segue:

“Le elezioni delle nuove Camere hanno luogo entro settanta giorni dalla fine delle precedenti”.

Dunque, entro il settantesimo giorno dallo scioglimento delle Camere, deve necessariamente aversi il rinnovo del Parlamento. Senza se e senza ma!

Posto questo, e ricordando ancora come il Ministro Amato sia un costituzionalista: com´è possibile che ieri egli abbia preso in considerazione l´eventualità  di far slittare la data del voto?

Delle due, l´una.

O Amato appartiene a quella pletora di professorini universitari, che hanno messo piede nelle Facoltà  solo grazie alle tessere di partito; vincendo, quindi, i concorsi a cattedre, pur essendo privi di competenza e preparazione.

Oppure – ed è più probabile -, il caro dottor Sottile ha provato ad avvantaggiare la propria parte politica (birichino!), cercando di porre in essere un piccolo “golpe” bianco.

L´obiettivo doveva essere questo: spostare di 15 giorni la data delle elezioni, al fine di consentire al Pd – e a la Sinistra l´Arcobaleno – di recuperare qualche punto percentuale. Onde ridurre il divario col Pdl, o meglio: onde ribaltare lo scontato esito elettorale!

Si dirà : “Ma caro Camelot, Veltroni ieri si è opposto allo slittamento del voto”.

Grazie al cazzo (verrebbe da dire ricorrendo ad un francesismo): se si fosse detto d‘accordo, il sospetto qui formulato avrebbe trovato – come usa dire – la prova del nove.

Tuttavia, la ragione per cui qui si parla di questo “incidente diplomatico” – suvvia, definiamolo così il tentativo del Ministro dell´Interno -, è un´altra. La seguente.

Fausto Carioti – come sopra ho detto – ha egregiamente descritto l´affaire Pizza/Amato, per un motivo soprattutto: ha ricordato ciò che avvenne nel 2001.

Quando, cioè, la sinistra italica allora al governo – e per il tramite dell´allora Ministro dell´Interno Enzo Bianco -, provò a porre in essere un vero e proprio golpe bianco (e questa volta il virgolettato non lo metto, perché quello fu davvero un tentativo di golpe!).

Cose fece, il Ministro Bianco?

Ridusse il numero dei giorni in cui era possibile votare, portandoli da due ad uno. E soprattutto: ridusse il numero di sezioni elettorali.

Morale della favola?

In tutta Italia si aspettò oreanche 8 -, per poter votare!

Ora, chiunque conosca anche solo l´Abc della politologia (terra terra), sa che l´elettorato moderato – quello che vota per il centrodestra – è diverso rispetto a quello di centrosinistra (qui lo si è brevemente spiegato).

E´ più restio a recarsi alle urne, o più disinteressato. E se trova un “intoppo” anche minimo (purtroppo): diserta le urne.

Sapete cos´è accaduto nella mia città  – Napoli – a seguito del golpe posto in essere dal centrosinistra (ricordo: nel 2001)?

Che Rosa Russo Iervolino, contro tutte le aspettative, è riuscita a diventare Sindaco.

Mentre era data per certa l´elezione del candidato della Cdl: Antonio Martusciello.

Il ribaltamento è avvenuto per due ragioni “scientifiche”!

La prima, gli elettori della mia circoscrizione elettorale (e di tutte quelle “schierate” in misura maggioritaria a sostegno di Martusciello) – elettori che pure si erano recati alle urne -, alla fine se ne tornarono a casa senza aver votato. Stremati dalle ore d´attesa!

La seconda ragione per cui la Iervolino vinse, poi, è che si arrivò al ballottaggio (che invece non era previsto).

E al secondo turno, gli elettori di tutte le circoscrizione schierate in misura maggioritaria a favore del candidato della Cdl – a causa delle abitudini dell´elettorato moderato, di cui ho parlato sopra -, in buona parte non si recarono a votare per il ballottaggio (temendo di dover attendere nuovamente parecchie ore, per poter votare!).

Mentre aumentò la presenza al voto, degli elettori delle circoscrizioni in cui più forte è la presenza della Camorra: Barra, Ponticelli e zone similari. Che espressero un plebiscito a favore di Rosa Russo Iervolino!

Inutile dirvi, che le circoscrizioni elettorali maggiormente favorevoli al candidato della Cdl, erano e sono – notoriamente! -, quelle in cui la Camorra è quasi assente!

Fu un golpe: vero e proprio (e chissà  in quante altre città  d‘Italia, avvennero cose simili).

E forse Amato – memore del dato del 2001 – voleva bissare la performance.

Vi è andata male!

Però questo deve condurci ad una riflessione.

Che esprimo serenamente e pacatamente: questi signori qui, sono pronti a tutto.

Vigilare, vigilare e vigilare.

La cadrega – il potere, le leve del comando – non le vogliono abbandonare. E la democrazia: nemmeno sanno cosa sia!

Dunque occhi aperti.

E che sia altissimo il numero di rappresentanti di lista del Pdl, presenti in ogni seggio d´Italia.

Soprattutto in Campania: altrimenti si assisterà  di nuovo agli intrallazzi del 2006!

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

Popolo della Libertà  logo

17 Responses to "Pizza, fichi e incompetenza (o dolo)"

  • Gab says:
  • prefe says:
  • Alex says:
  • ground says:
  • Shadang says:
  • Gianka says:
  • valerio says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • jetset says:
  • Gianka says:
  • NGr says:
Leave a Comment