Toto-ministri: il manuale Cencelli all´opera

Roulette foto

Posso essere sincero?° ° ° 

Una parte delle persone che vengono indicate (oggi da Il Giornale) come possibili ministri del governo Berlusconi: non mi convince affatto.

Partiamo da quelle che considero accettabili.

Maurizio Sacconi al Welfare è un´ottima scelta.

Analoga considerazione può farsi per Maroni agli Interni, per Bossi al dicastero delle Riforme, per Frattini agli Esteri, per La Russa alla Difesa, per Matteoli alla Infrastrutture.

Alla Giustizia mi auguro finisca Alfredo Mantovano: il suo passato da magistrato garantirebbe (almeno sulla carta) un rapporto più sereno con la Magistratura.

Mi stanno bene anche Lucio Stanca all´Innovazione tecnologica, la Poli Bortone agli Affari regionali, Gianfranco Rotondi alla Funzione Pubblica ed Elio Vito ai Rapporti con il Parlamento (non chiedetemi di commentare la scelta di Tremonti, perché qui non lo si può nemmeno sentir nominare. Ed è un fatto noto).

Veniamo ad elencare quelli che mi auguro non diventino ministri (o che finiscano per ricoprire incarichi diversi da quelli di cui si parla oggi; e la cui indicazione si giustifica solo scomodando il manuale Cencelli).

Il primo è Claudio Scajola: pare possa finire alle Attività  Produttive.

Di grazia: ma quali competenze possiede Scajola in materia?

Di grazia: ma ci si rende conto che dovremo affrontare una crescita di poco superiore allo 0%; e che la situazione è drammatica, o no?

Abbiamo bisogno di un economista, in quel dicastero. Non di uno spocchioso ed antipaticissimo signor nessuno.

Uno che se viene indicato, è solo perché è un uomo forte di Forza Italia.

Ancora.

Paolo Bonaiuti dovrebbe approdare ai Beni Culturali.

Anche qui: ma quali competenze può vantare Bonaiuti, nel settore? Quali?

Ci si rende conto che quel Ministero è strategico, perché utile (anche) ad attrarre turisti. Che possono voler dire: tanti bei soldini che finiscono nelle tasche dei privati (e dello stato), cosa di cui abbiamo particolarmente bisogno in questa fase recessiva?

Cosa cazzo porta Bonaiuti in dote?

Nulla! Ma è stato il portavoce di Berlusconi: e dunque va premiato.

Ancora.

Mara Carfagna alla Famiglia.

Ora, io l´ho sempre difesa. Sempre.

E per ragioni di principio: non tolleravo venisse attaccata solo perché giovane ed avvenente (ricordo a tutti che ha una laurea con lode in giurisprudenza; un diploma° in pianoforte ed uno° in danza).

Ciò premesso: io l´ho sentita parlare un paio di volte. Non di più.

So che è una “seguace” di Sandro Bondi: area cattolica, quasi teocon.

Di sicuro è inesperta. Ma ciò che rileva, qui, è solo un dettaglio: non è sposata, non ha famiglia.

Possibile che non si riesca a trovare qualcuno più adatto; qualcuno con prole, che sappia, dunque, quali – e quanti – problemi una famiglia quotidianamente affronti?

Arriviamo, poi, al Ministero dell´Istruzione (in questo caso il mio amico Nicola potrebbe incacchiarsi).

Si fanno due nomi, entrambi pessimi (a mio parere): Sandro Bondi e Carlo Giovanardi.

Peggio che andar di notte! Peggio di una martellata sui coglioni!

Allora, io capisco perfettamente che all´Istruzione “debba” andare un cattolico.

Capisco che Oltretevere mandino segnali – leggasi richieste – in tal senso.

D´accordo, va bene: mettiamo un cattolico all´Istruzione (anche Fioroni del Pd è un cattolico doc, non a caso)!

Ma porca pupazza: qualcuno un po´ meno bigotto, più alla mano, meno antiquato dei due in questione, non lo si può rimediare?

Viviamo nel 2008. I giovani d´oggi sono abbastanza diversi da quelli che immaginano Bondi e Giovanardi: ci vuole un approccio più moderno.

Non è questione d´essere cattolici: è questione – a mio avviso – di essere vecchiotti dentro, nella mentalità . Di non riuscire ad essere in sintonia con la parte giovane del Paese.

E poi, i due, sono troppo propensi alla contrapposizione (soprattutto Giovanardi). Al muro contro muro. Non mi piacciono!

Rotondi – che pure è un cattolico – non va bene in quel ruolo?

Certo che sì: solo che è segretario di un partitello che ha portato due voti. Dunque non può ambire a quell´incarico.

Ancora.

Al Ministero della Salute pare possa finire Stefania Prestigiacomo.

Ora, se la scelta può andare bene perché lei è laica, ed è doveroso dare rappresentanza anche a chi non sia cattolico (soprattutto quando è in gioco un dicastero come quello della Salute): il problema è che con la Prestigiacomo – come con Bondi e Giovanardi – si finisce per premiare una persona passibile di creare tensioni e conflitti (soprattutto se all´Istruzione finisse uno dei due appena citati).

Ve la immaginate una riunione del Consiglio dei Ministri, in cui si debba affrontare anche una minima questione eticamente sensibile; e a cui prendano parte il cattolicissimo Giovanardi e la laicissima Prestigiacomo? Come potrebbe finire, se non con una rissa?

Inoltre.

Mi auguro che Berlusconi prenda seriamente in considerazione l´ipotesi di portare nel suo esecutivo anche qualche esponete di area Pd; o comunque che coinvolga personalità  di riconosciuto spessore, su cui possa convergere anche l´opposizione.

Abbiamo bisogno di creare condizioni di concordia.

La crisi economica, la difficoltà  delle famiglie ad arrivare a fine mese, i comunisti rimasti fuori dal Parlamento (e che per questo potrebbero dare vita a gesti inconsulti): sono tutte variabili che vanno affrontate anche con la collaborazione dell´opposizione.

Indico tre persone, che mi piacerebbe entrassero a far parte del futuro governo: Pietro Ichino, Linda Lanzillotta e Francesco Giavazzi.

Silvio, gioca bene le tue carte.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

Alemanno Sindaco di Roma

39 Responses to "Toto-ministri: il manuale Cencelli all´opera"

  • Gino says:
  • nicola says:
  • Child says:
  • Child says:
  • nicknamemadero says:
  • Child says:
  • Gab says:
  • ho sentito dire che... says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Child says:
  • nicola says:
  • prefe says:
  • nicknamemadero says:
  • Shadang says:
  • Shadang says:
  • Gab says:
  • Retore says:
  • pinu' says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Kaelidan says:
  • Gab says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • paraffo says:
  • camelot says:
  • labrace says:
Leave a Comment