E´ iniziato il boicottaggio di D´Alema

Massimo D'Alema in barca foto

Neanche il tempo di fare una piccola riflessione, una piccola autocritica.° 

Niente.

E´ partito lancia in resta con un solo obiettivo: boicottare fin da subito il dialogo – tra centrosinistra e centrodestra – sulle riforme costituzionali.

Perché?

Perché se in Parlamento il Popolo della Libertà  e il Pd riuscissero a dialogare e a cambiare la Costituzione, grazie alla leadership di Veltroni, lui – D´Alema, l´ultimo vero democristiano – non avrebbe più ragion d´essere. Non avrebbe peso, funzione ed “oggetto sociale”. Diverrebbe un articolo di modernariato. Un reperto – grigio e polveroso – del secolo breve. Chincaglieria. Amarcord.

Da qui l´esigenza di muoversi, di fare in fretta: di bloccare ogni possibile convergenza.

Ecco allora Baffino attaccare Berlusconi, muovendogli l´accusa di inaffidabilità :

L´esperienza che ho avuto è stata negativa (quella della Bicamerale, ndr). Del resto la destra ha una visione padronale delle Istituzioni. E´ come un istinto, non so se riusciranno a dominarlo“.

Inoltre, avendo deciso di assolvere alla funzione di megafono della sinistra estrema (non più presente in Parlamento), ecco qualche altra parolina dolce e delicata rivolta all´indirizzo del Cav., che viene definito:

Capo dei poteri deboli“.

Essendo tale – ad avviso dello statista de noantri – perché:

In Italia il capitalismo non è riuscito ad esprimere poteri forti“.

Ma ovviamente D´Alema non si limita a gettar fango su Berlusconi.

Rivolge paroline amorevoli anche al suo avversario di sempre, Veltroni:

Bipolarismo non significa necessariamente bipartitismo. Anche il Pdl senza la Lega non avrebbe vinto. Dove si vota con un sistema basato sulle coalizioni chi ha il 33 per cento (il Partito democratico, ndr) sbaglierebbe se alla vigilia del voto sostenesse l´autosufficienza“.

Quanto al suo intendimento di dare – in qualche modo – voce alla sinistra estrema in questa legislatura, ecco il suo messaggio in codice:

Non è più in Parlamento, ma non è scomparsa. Si tratta di una forza elettorale di circa tre milioni di voti che si è dispersa in parte anche nell´astensione. Le cose che hanno radici nel Paese non scompaiono“.

Che parole profonde. Quasi quasi mi commuovo. Un brivido freddo mi percorre la schiena: sembra d´ascoltare l´Ouverture della Cavalleria Rusticana.

Indubbiamente siffatte asserzioni, possono originare solo da uno statista. Senza dubbio!

Infatti ne è persuaso anche Giorgio Tonini, del Pd. Che bolla le parole di D´Alema come:

Vecchia politica“.

E ammonisce:

Guai se buttassimo alle ortiche l´innovazione per rincorrere i fantasmi dell´unità  a sinistra“.

Anche perché il Partito democratico – aggiunge Tonini – ha corso da solo alle elezioni, in virtù di:

Una linea che nel Pd abbiamo deciso con il consenso di tutti, quindi di D´Alema. E poi non trovo giusto rimuovere con leggerezza ciò che ha determinato la sconfitta del governo di centrosinistra. Cioè il fallimento di una coalizione che era riuscita a vincere, ma non a governare. E´ stato questo il vero disastro“.

Quanto alla necessità  di un dialogo (tra maggioranza e opposizione) sulle riforme di sistema, l´esponente del Partito democratico afferma:

In campagna elettorale abbiamo scelto unilateralmente di finirla con questa guerra civile avanzando la proposta di riforme condivise, a prescindere dal risultato delle politiche. E vogliamo continuare su questa linea“.

La nostra disponibilità  resta piena. E stando alle parole pronunciate dai nuovi presidenti di Camera e Senato c´è un´intenzione di dialogo“.

Ancora più chiare le valutazioni di Beppe Fioroni:

Non ci servono grimaldelli per cambiare la natura di questo Pd faticosamente raggiunta, non aspiriamo a diventare un partito socialdemocratico o simile al Pci anni Settanta, il Pd ha intercettato un nuovo blocco sociale che ora si tratta di consolidare“.

E´ chiaro che bisogna allearsi, è chiaro che alle amministrative si va alleati, ma non ci sto a proporre l´adunata di quanti si oppongono a Berlusconi“.

Ricapitolando.

Le intenzioni di D´Alema sono le seguenti.

Boicottare il dialogo sulle riforme costituzionali tra Pdl e Pd. Anche rinverdendo l´antiberlusconismo.

Convincere l´Udc a stringere un´alleanza col centrosinistra (in alternativa, ripristinare un accordo con la sinistra estrema).

Inoltre sogna una legge elettorale di stampo tedesco: un sistema proporzionale (magari con una piccola soglia di sbarramento), che lasci in vita il pluripartitismo (e la sinistra comunista).

All´opposto, Veltroni ha posizioni che coincidono con quelle del Popolo delle Libertà .

Vuole rafforzare il bipartitismo, disfandosi definitivamente della sinistra estrema.

Per questa ragione ha bisogno di una legge elettorale utile alla bisogna: un sistema maggioritario a doppio turno, o in alternativa il sistema spagnolo (di cui si già  è parlato).

D´Alema, poi, non sogna un Partito democratico a “vocazione maggioritaria”, che dia corpo e voce al centro e alla sinistra riformista.

La sua idea è quella di un Pd più spostato a sinistra, custode della cultura socialdemocratica.

Mentre il ruolo del centro riformista vorrebbe fosse espresso dall´Udc: ovviamente alleato col Pd, in funzione antiberlusconiana.

Appare chiaro, quindi, come la posizione di Baffino sia pericolosa per il consolidamento del sistema partitico venuto fuori dalla recente consultazione elettorale.

Se infatti il Pd si spostasse più a sinistra, l´alleanza con i Dl non avrebbe più ragione d´essere. I margheritini a quel punto abbandonerebbero il progetto, per dare vita ad un nuovo soggetto politico neocentrista.

Le sorti del Popolo della Libertà  sono profondamente legate – come ha ben detto Denis Verdini – a quelle del Pd.

Se quest´ultimo va in soffitta, il Pdl muore nella culla.

E la Terza Repubblica non vedrà  mai la luce.

P.S.:° leggere anche ilPensatore.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

39 Responses to "E´ iniziato il boicottaggio di D´Alema"

  • paraffo says:
  • camelot says:
  • paraffo says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Marco says:
  • Shadang says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Fra says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Gab says:
  • statominimo says:
  • Shadang says:
  • Ismael says:
  • ciao says:
  • Loud says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • pierluigi says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Chris says:
  • Andrea says:
Leave a Comment