Renato Brunetta: fuori i fannulloni dalla Pa

Renato Brunetta foto

Finalmente si sente qualcosa di destra.

Cioè qualcosa che abbia a che fare con chiare parole d´ordine: porre argine alle inefficienze dello stato Padre/Padrone/Padrino.

Il sommo male. Il cancro che blocca crescita e sviluppo della nostra Nazione.

In tal senso viene in rilievo la sortita del neoministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta.

Il quale, parlando dei pubblici dipendenti usi al cazzeggio, ha dichiarato che il problema dei:

fannulloni nella Pubblica amministrazione si risolve semplicemente licenziandoli“.

Su questo ho le idee molto chiare ci sono le leggi che consentono la cassa integrazione e il licenziamento, solo che non sono mai state utilizzate. Il clima nel Paese, però, adesso è cambiato. Lo chiede il Paese di intervenire e non il professor Brunetta“.

E´ un miracolo che la Pubblica amministrazione ancora stia in piedi non avendo strumenti come gli incentivi, disincentivi, premi e punizioni. Un’azienda privata in queste condizioni avrebbe già  chiuso“.

Aggiunge altro, il docente universitario.

E cioè un´idea efficace per ridimensionare i costi della pubblica amministrazione.

Come?

Con un provvedimento semplice, quanto significativo: abolire l´impiego della carta, in tutte le situazioni in cui sia possibile farlo. Entro un anno (al massimo un anno e mezzo), la Pa dovrà  adeguarsi al progetto (la vedo dura).

D´altra parte, l´ampia diffusione di Internet – e il potenziamento della reperibilità  online° di informazioni che possano servire al cittadino -, rendono superfluo il ricorso alle sedi fisiche della Pubblica amministrazione: ad esempio per ottenere un certificato (o una pagella scolastica).

Le risorse così risparmiate, aggiunge Brunetta, consentiranno di:

Spendere meglio e liberare importanti risorse da impieghi poco produttivi“.

Va anche aggiunto che questo tipo di scelta – quella di “mandare in soffitta” la carta -, è stata ad esempio adottata dalle compagnie aeree.

Per concludere.

Sul tema della lotta ai “fannulloni”, vedremo di che pasta è fatta questo governo. E soprattutto il Popolo della Libertà .

Vedremo, cioè, se sia in grado di superare le resistenze corporative presenti nel Paese. E se sia capace di rendere almeno normale – non dico all´avanguardia – l´Italia.

Così come – dal tipo di reazione dell´opposizione – capiremo se il Partito democratico sia davvero un partito social-liberale.

O semplicemente una riedizione aggiornata e corretta del vecchio e logoro Pci.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

55 Responses to "Renato Brunetta: fuori i fannulloni dalla Pa"

  • camelot says:
  • camelot says:
Leave a Comment