Travaglio condannato per diffamazione: deve risarcire Confalonieri e Mediaset

Marco Travaglio foto

Il giudice unico del tribunale civile di Torino – Maria Francesca Christillin -, con la sentenza n. 1125 ha condannato per “diffamazione” Marco Travaglio.

In relazione ad un articolo scritto dallo stesso, e apparso in data 16 luglio 2006 su l´Unità .

Ciò che rileva sono le motivazioni della sentenza (qui potete leggere l´articolo incriminato e l´articolazione della condanna).

Ecco le motivazioni:

“Ritiene il giudicante che nelle frasi riportate siano ravvisabili gli estremi della diffamazione. Le osservazioni fatte dal giornalista, infatti: 1) consistono in attacchi personali a Confalonieri; 2) sconfinano nella contumelia, non potendosi dubitare della portata ingiuriosa di un´affermazione nella quale si dice ad un oggetto che, non avendo pudore, deve sputarsi in faccia al mattino quando si guarda allo specchio e che da un pezzo ha “perso la faccia” se mai ne ha avuta una; 3) sono “gratuite” in quanto non hanno alcuna utilità  specifica per rafforzare il pensiero critico di Travaglio nei confronti delle condotte di Confalonieri. Il giornalista, infatti, è legittimato a criticare anche aspramente i comportamenti di un soggetto, ma non può esprimere con termini ingiuriosi la propria opinione nei confronti della persona“.

Inoltre, il giudice ha considerato “sussistenti gli estremi di diffamazione in danno al Confalonieri”; e – cosa importantissima – ha valutato come “non veritieri” gli illeciti attribuiti da Travaglio a Mediaset. Scrivendo:

“Dalla documentazione prodotta dalle parti non risulta che i legali rappresentanti di Mediaset abbiano subito condanne (definitive) per i reati elencati da Travaglio nel suo articolo“.

Sempre Travaglio, aggiunge il magistrato:

“Ha elencato le “nefandezze” di Mediaset in termini di “certezza“, senza cioè specificare che si trattava di ipotesi di accusa non (ancora) accertate. Tali notizie devono ritenersi non conformi al principio di “verità “ e pertanto devono ritenersi sussistenti gli estremi della diffamazione”.

P.S.: le motivazioni della sentenza sono state tratte da un articolo apparso ieri su Libero a pagina 10.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.


Tags:

19 Responses to "Travaglio condannato per diffamazione: deve risarcire Confalonieri e Mediaset"

  • sinistraSTOP says:
  • camelot says:
  • cat says:
  • sinistraSTOP says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Shadang says:
  • Rudolf says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Marco says:
  • Alessandro says:
  • Eddie81 says:
  • camelot says:
Leave a Comment