Ma Veltroni che fine ha fatto?

Walter Veltroni foto

Chiedo scusa, forse mi sono distratto un po´ ultimamente. O forse i miei tre neuroni – abitualmente funzionanti ad intermittenza (nel senso che quando ne è attivo uno, gli altri due – essendo napoletani – ne approfittano per fare la pausa-caffè) – hanno smesso di essere operativi. 

In ogni caso, io non capisco una cosa: ma Walter Veltroni, che fine ha fatto?

Cioè: è partito per le vacanze? Ha abdicato? Non è più il segretario di quel Pd che gli elettori hanno collocato all´opposizione?

Oppure ha deciso di demandare le proprie funzioni a qualche vecchio – o nuovo – manettaro?

No, perché a me sembra esistano un´infinità  di opzioni intermedie tra un´opposizione un po´ troppo moscia (quella che Veltroni – ad avviso di alcuni – avrebbe manifestato fino a qualche giorno fa), ed il silenzio più assoluto (quello che sembra aver ora scelto).

Capisco che sia molto difficile opporsi – da sinistra – ad un governo di centrodestra, intenzionato a fare cose di sinistra.

Però non si può nemmeno rimanere muti. Afoni.

Non lo si può fare, perché per quanto l´operato del governo riscuota il consenso di una larga parte dell´opinione pubblica: c´è sicuramente qualcosa nel suo agire che merita biasimo, o comunque correttivi.

Certo: l´elettorato pare premiare la condotta fin qui tenuta da Veltroni (lo dicono i sondaggi).

E questo fa piacere.

Il bipolarismo “muscolare” è giusto venga accantonato: definitivamente.

Però il silenzio non può nemmeno diventare un scelta tattica, o peggio: un´opzione politica.

Anche perché questo atteggiamento rischia di lasciare vuoti alcuni spazi.

Che se non vengono “presidiati”, è probabile siano occupati da altri.

Magari meno dialoganti; magari meno interessati al bene comune.

E magari – perché no – anche poco “democratici”.

Walter – per il bene tuo e del Paese che sperimenta per la prima volta una forma di bipolarismo “utile” -, di´ qualcosa.

Magari non di sinistra (che tanto già  ci pensa Tremonti a farlo).

Ma qualcosa devi dire (e fare).

Un suggerimento: proponi di modificare il codice civile per riconoscere “diritti individuali” ai conviventi (la maggioranza in Parlamento c’è).

Così: giusto per far vedere che esisti ancora.

E che hai una funzione.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .


Tags: ,

8 Responses to "Ma Veltroni che fine ha fatto?"

  • Gio says:
  • paraffo says:
  • sinistraSTOP says:
  • camelot says:
  • micheal says:
  • camelot says:
Leave a Comment