Pietro Ichino santo subito

Pietro Ichino foto

Il giuslavorista e parlamentare del Pd, Pietro Ichino, spiazza.

Lascia senza parole.

Meglio.

Dice qualcosa di assoluto buonsenso. Qualcosa che dovrebbe – a pieno titolo – entrare nel dibattito politico del nostro Paese:

Se il sindacato e il centrosinistra non avranno il coraggio di far cadere il tabù dell’articolo 18, qualsiasi opposizione al programma del ministro Sacconi di deregulation e di liberalizzazione dei contratti a termine sarà  perdente. Se si vuol combattere davvero il precariato permanente e offrire ai giovani una vera eguaglianza, occorre disegnare un modello di rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutti, ma più flessibile“.

Questo è il riformismo di cui ha bisogno la Nazione.

Queste solo le “ricette” – responsabili – per affrancare una generazione dall´incubo della precarietà .

Assieme a quelle che dovrebbero suggerire di innalzare a 65 anni l´età  pensionabile; così da reperire risorse – da cercare ovviamente anche altrove – per creare un moderno sistema di welfare to work.

Destra e sinistra sono in grado di affrontare questi temi, oramai improcrastinabili?

O il “tremontismo” – ovvero la volontà  di trincerarsi dietro lo spauracchio della “globalizzazione”, per non affrontare i nodi strutturali del nostro Paese -, ha preso oramai il sopravvento?

P.S.: l´articolo 18 andrebbe abolito per tutti, e non solo per i nuovi assunti. Abbiamo bisogno di contendibilità  per affrontare la concorrenza globale. Altrimenti continueremo a crescere sempre meno di qualunque altro paese.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

7 Responses to "Pietro Ichino santo subito"

  • Gab says:
  • Tony says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • paraffo says:
Leave a Comment