Salvatore Crisafulli ha deciso di continuare a vivere

Salvatore Crisafulli foto

Qualche giorno fa, qui si è parlato di Salvatore Crisafulli. Un uomo di 43 anni, originario di Catania, che da anni convive con una malattia assai gravosa: la Sindrome Assimilabile alla Loched.in.° ° 

Crisafulli aveva indirizzato una lettera a Berlusconi: “Voglio vivere, mi aiuti. Nella mia città  – e nella mia Regione – non c´è sufficiente assistenza medica, per le persone come me. Mi aiuti, altrimenti mi lascerò morire”.

Una richiesta semplice e al contempo disperata, la sua. Che, nel quasi totale silenzio dei media, è fortunatamente giunta all´inquilino di Palazzo Chigi.

Il quale, prima per bocca del sottosegretario Eugenia Roccella, e poi attraverso una missiva scritta di suo pugno, ha garantito a Crisafulli, il pieno impegno del governo° a risolvere il suo caso.

Crisafulli, dal canto suo, ha apprezzato e ha deciso di non mollare.

Ora, di tutta questa vicenda, c´è un aspetto che io proprio non riesco a digerire: il fatto, cioè, che i media tradizionali non se ne siano quasi occupati.

Ad eccezione – che io sappia – del Corriere della Sera, de l´Unità  e di Libero, nessun altro quotidiano ha dato risalto alla notizia. Per non parlare, poi, della blogosfera. Che, colpevolmente, credo abbia completamente taciuto al riguardo. Una vergogna!

Evidentemente, sul caso Crisafulli si è taciuto – da parte di tanti – perché voleva vivere. E minacciava di lasciarsi morire, soltanto se il governo non lo avesse aiutato a risolvere le sue grane, chiamiamole così, con la Regione Sicilia.

Domanda: ma i cattolici, dov´erano? Perché non si sono mobilitati per chiedere l´intervento del governo? Esistono – e fanno sentire la propria voce, in questo Paese -, solo quando occorra impedire il “varo” di qualche legge scomoda (leggasi: “testamento biologico” o “unioni civili”)?

E i laici? Che fine hanno fatto? Che c´è, sono capaci di parlare di rispetto della dignità  dell´individuo, solo quando ci sia di mezzo qualcuno che chiede di morire tramite eutanasia? Viceversa, se qualcuno chiede di continuare a vivere, non si ritiene abbia diritto a condurre una esistenza dignitosa?

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

26 Responses to "Salvatore Crisafulli ha deciso di continuare a vivere"

  • nicoletta says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • nicola says:
Leave a Comment