Scambio di cortesie tra Fini e Tremonti

Scherma foto

Giusto due giorni fa, qui si parlava di Tremonti e del fatto che tra i papabili per la successione° a Berlusconi, egli sia quello che, almeno per ora, ha più chances di vincere la partita.° ° ° 

Ieri, il Nostro, ha voluto in qualche modo ribadirlo. Commentando un intervento di Gianfranco Fini.

Il Presidente della Camera, infatti, partecipando alla presentazione di un libro scritto dal parlamentare dell´Italia dei Valori, Pino Pisicchio, ne ha approfittato per parlare del costituendo Popolo della Libertà . E per dettare, in qualche modo, le proprie condizioni:

Nel Pdl serve una forte democrazia interna per scongiurare il cesarismo“.

Il Pd è nato, il Pdl sta nascendo. Se nei partiti per quanto carismatici, televisivi, leggeri, fluidi, c´è un metodo democratico, allora c´è il paletto per evitare il rischio che il cesarismo prevalga“.

Premettendo che:

Il modello partito non può più essere una sorta di chiesa ideologicamente strutturata“; ed aggiungendo, inoltre, che sarebbe preferibileun partito leggero“, in quanto:

Più un cartello elettorale è e più si trova in maggiore sintonia con la società “; Gianfranco Fini, però, ha tenuto a sottolineare che:

Il partito per quanto flessibile deve anche porsi il problema di selezionare la classe dirigente“.

Per questo motivo:

La vita dei partiti deve svolgersi con un metodo democratico per non sfociare nel cesarismo“.

Traduzione (libera):

Caro Silvio, sappi che tu non potrai continuare a fare nel Pdl, ciò che facevi in Forza Italia. Sappi, inoltre, che io pretendo venga scelto con primarie, il segretario del nuovo soggetto politico. E con meccanismi analoghi, dovrà  esserne selezionata anche la classe dirigente. Dunque stop alla monarchia assoluta, stop alla cooptazione.

Questo, il succo dell´intervento di Fini.

A cui, però, non° ha replicato Berlusconi. Ma colui che si reputa il suo successore in pectore:

Non esiste un governo che non ha una base nei partiti e non esiste una leadership di governo che non sia leadership di partito“.

Traduzione (libera).

Caro Gianfranco, sappi che Berlusconi sarà  il presidente del Pdl, come oggi lo è di Forza Italia, perché si è affermato un modello tale per cui il Presidente del Consiglio è anche il segretario o il presidente del principale partito di maggioranza (e viceversa). Non solo. Ti informo, inoltre – serenamente e pacatamente -, che questo meccanismo continuerà  a valere anche in futuro, anche° quando Berlusconi non sarà  più il premier del centrodestra. Talché, siccome io sono° colui che ha maggiori chances di aggiudicarsi la premiership futura del centrodestra, allo stesso modo non posso che essere io colui che guiderà  -° in futuro, dopo Berlusconi° -° il° Popolo della Libertà .

Con immutato affetto, tuo Giulio.

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

25 Responses to "Scambio di cortesie tra Fini e Tremonti"

  • IoTomy says:
  • camelot says:
  • IoTomy says:
  • camelot says:
  • IoTomy says:
  • camelot says:
  • alfio says:
  • enzo sara says:
  • mar says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Le Favà says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Le Favà says:
  • enzo sara says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Le Favà says:
  • camelot says:
  • IoTomy says:
  • enzo sara says:
  • camelot says:
Leave a Comment