Commissione Ue: l´Italia doveva aumentare l´Iva a Sky (questione chiusa, ora parliamo d´altro)

Informazione foto

L´argomento è sempre lo stesso: l´aumento dell´Iva a Sky e a Mediaset.° ° ° ° 

Maria Assimakopoulou, portavoce del Commissario Ue alla Fiscalità  Laszlo Kovacs:

Se le autorità  italiane avessero insistito nel non cambiare le aliquote Iva sulla tv a pagamento la commissione Ue avrebbe dovuto aprire una procedura di infrazione. Ma nel momento in cui le autorità  italiane informano di avervi riposto rimedio con decisioni adeguate, il caso è chiuso“.

Amen.

Detto questo, aggiungo una modesta riflessione.

Questa stronzata dell´aumento dell´Iva a Sky, è stata usata dalla Stampa di Regime – quella che fa il tifo per il centrosinistra: Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa -, per non parlare dei provvedimenti contenuti nel pacchetto anti-crisi.

Paginate intere dei suddetti quotidiani, infatti, sono state dedicate solo al provvedimento sulla pay-tv. E ciò ha consentito di occultare le informazioni relative alle singole misure contenute nel succitato pacchetto. Che, non a caso, è sconosciuto alla stragrande maggioranza degli italiani.

Il Corriere della Sera, in particolare, non ha pubblicato un solo rigo che riguardasse il bonus per le famiglie, o° qualsiasi altra misura contenuta nel decreto legge 185.

Per carità : il quotidiano di Via Solferino (che il sottoscritto legge ogni giorno, assieme a Libero e a Italia Oggi) ebbe lo stesso atteggiamento anche all´indomani del varo della manovra triennale (e non a caso, il sottoscritto anche allora se ne lamentò): semplicemente non ne analizzò i contenuti.

La strategia di queste testate giornalistiche è chiara, ed è sempre la stessa: quando Berlusconi adotta misure che abbiano un´incidenza positiva sulle tasche degli italiani, soprattutto dei meno abbienti, non se ne deve parlare. Le informazioni vanno occultate, altrimenti gli si fa pubblicità  positiva.

Viceversa, quando Berlusconi adotta misure per cui – strumentalmente e pregiudizialmente – lo si possa accusare di razzismo, fascismo e di conflitto d´interesse, a tali misure va data massima visibilità . Onde fare pubblicità  negativa alla sua persona, e all´esecutivo da lui guidato.

Ora, tutto ciò a me non crea alcun problema. Anzi: mi diverte moltissimo, tutta questa storia. Perché mostra con estrema chiarezza, come i poteri forti (che controllano i quotidiani summenzionati) siano stabilmente legati al centrosinistra, e facciano di tutto per avvantaggiarlo.

C´è, però, una questione che devo affrontare e in modo polemico. E riguarda i blogger di centrodestra.

Amici miei, svegliatevi! Sembrate degli zombie, e agite in modo funzionale al sistema dei mainstream media.

Quest´ultimi si occupano di cazzate, come l´aumento dell´Iva a Sky (che costerà  ai suoi abbonati 4 euro mensili in più), e voi che fate? Vi occupate di questa cazzata, e non del fatto che Berlusconi abbia dato soldi alle fasce di reddito più basse?

Ma dico: almeno 3 neuroni li avete, o no? Non vi rendete conto che vi comportate – né più né meno – come delle marionette?

Se il sistema dei media in questione occulta alcune informazioni, voi proprio di quelle dovete occuparvi!

Se il sistema mafioso dei media di Regime, non parla di misure che riguardano circa 16 milioni di italiani (stima arrotondata per difetto), voi di quelle misure dovete scrivere. Mi pare logico!

E dico di più: scrivere del bonus per le famiglie, ad esempio, vi conviene anche.

Vi spiego il perché.

In 3 giorni, su questo blog sono arrivati – via motori di ricerca – non meno di 3.000/4.000 visitatori unici, in cerca di informazioni sul suddetto bonus (e sul pacchetto anti-crisi, e sulla social-card).

Prova provata del fatto che le persone, su questi argomenti, non siano riuscite a trovare notizie sui grandi giornali.

Svegliatevi!

La Cupola di Regime che controlla i mainstream media agisce “politicamente”, e occulta le informazioni che possano mettere in buona luce Silvio IV.

Almeno noi blogger di centrodestra, vogliamo comportarci in maniera diversa, o no?

Ricordate: usare le informazioni per fare politica; e non usare la politica per fare informazione (consiglio che rivolgo innanzitutto ai redattori di Tocqueville che, a mio modesto parere, da cinque mesi a questa parte non fanno altro che sbagliare “linea editoriale”, appiattiti come sono sui contenuti diffusi dai° media di Regime).

Se la blogosfera di centrodestra non riesce a fare controinformazione, se non riesce, cioè,° ad occuparsi di notizie che vengono puntualmente espunte – occultate – dai grandi quotidiani, non ha alcuna utilità !

E´ puro cazzeggio, fuffa!

Le informazioni e le notizie, prima di tutto (ché con le opinioni, espresse sotto forma di pseudo editoriali, non ci si pulisce nemmeno il culo!).

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

60 Responses to "Commissione Ue: l´Italia doveva aumentare l´Iva a Sky (questione chiusa, ora parliamo d´altro)"

  • prefe says:
  • pablo says:
  • camelot says:
  • pablo says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • prefe says:
  • camelot says:
Leave a Comment