Social-card: chi ne ha diritto e come ottenerla

Social card foto

Innanzitutto, che cos´è la social-card (o carta acquisti)

“Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008) è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare e dell’onere per le bollette della luce e del gas.

La Carta Acquisti vale 40 euro al mese. Per le domande fatte prima del 31 dicembre, la Carta sarà  inizialmente caricata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con 120 euro, relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2008. Successivamente, nel corso del 2009, la Carta sarà  caricata ogni due mesi con 80 euro (40 euro x 2 = 80 euro) sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

Con la Carta si potranno anche avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti, si potrà  accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata e si potranno ottenere altri benefici e agevolazioni che sono in corso di studio.

La Carta Acquisti viene concessa agli anziani di età  superiore o uguale ai 65 anni o ai bambini di età  inferiore ai 3 anni (in questo caso il Titolare della Carta è il genitore) che siano in possesso di particolari requisiti”.

In che modo funziona e in quali esercizi commerciali può essere usata:

Il logo dei negozi che daranno un sconto aggiuntivo ai possessori della social-card

“La Carta Acquisti è una normale carta di pagamento elettronico, uguale a quelle che sono già  in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Principale differenza è che con la Carta Acquisti le spese, invece che essere addebitate al titolare della Carta, sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.

La Carta potrà  essere utilizzata per effettuare i propri acquisti in tutti i negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard. I negozi che espongono il simbolo qui di fianco, inoltre, daranno sconti aggiuntivi alle normali promozioni“.

Quali requisiti devono avere le persone di 65 anni, e quali, invece, le persone di età  pari o superiore 70 anni, per ottenerla:

“essere di età  non inferiore a 65 anni; essere cittadino/a italiano/a residente in Italia e regolarmente iscritto all’Anagrafe; essere un soggetto la cui imposta netta ai fini IRPEF risulta pari a zero nell’anno di imposta antecedente al momento della richiesta della Carta Acquisti, oppure nel secondo anno di imposta antecedente al momento della richiesta della Carta Acquisti; avere trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai relativi redditi propri, sono di importo inferiore a 6.000 euro all’anno o di importo inferiore a 8.000 euro all’anno, se di età  pari o superiore a 70 anni; avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità , inferiore a 6.000 euro; non essere, da solo o insieme al coniuge indicato nel quadro 4:

  • intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
  • intestatario/i di utenze elettriche non domestiche;
  • intestatario/i di più di una utenza del gas;
  • proprietario/i di più di un autoveicolo;
  • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
  • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7;
  • titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 euro;

non fruire di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di cura di lunga degenza o detenuto in istituto di pena”.

Quali requisiti deve avere il genitore di figlio di età  inferiore ai 3 anni, per poterla ottenere:

“età  inferiore a 3 anni (si parla del figlio, evidentemente, ndr); cittadino/a italiano/a residente in Italia e regolarmente iscritto all’Anagrafe; avere un ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente), in corso di validità , inferiore a 6.000 euro; non essere, da solo o insieme all’esercente la potestà  genitoriale/soggetto affidatario e all’altro esercente la potestà  genitoriale/soggetto affidatario:

  • intestatario/i di più di una utenza elettrica domestica;
  • intestatario/i di più di una utenza elettrica non domestica;
  • intestatario/i di più di due utenze del gas;
  • proprietario/i di più di due autoveicoli;
  • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
  • proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7;
  • titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 euro”.

Qui, il modulo di richiesta per ottenere la social-card, che devono utilizzare le persone di 65 e 70 anni (qui, invece, una guida alla compilazione del modulo).

Qui, il modulo di richiesta che devono utilizzare i genitori con figlio di età  inferiore ai 3 anni (e qui, invece, una guida alla compilazione del relativo modulo).

Inoltre, per ulteriori informazioni, è possibile telefonare al numero verde: 800.666.888.

Da leggere: Bonus per le famiglie: chi ne ha diritto.

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .


Tags: , ,

16 Responses to "Social-card: chi ne ha diritto e come ottenerla"

  • Pietro says:
  • marco says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Pietro says:
  • gigi says:
  • bruno says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • gigi says:
  • camelot says:
  • marco says:
  • camelot says:
  • monaco antonio says:
Leave a Comment