Carlo Nordio, pm: nemmeno Berlinguer aveva la patente di moralità 

Carlo Nordio foto

Carlo Nordio è il pubblico ministero che, tra il ‘92 e il ‘99, ha indagato sui finanziamenti al Pci/Pds provenienti dalle cooperative rosse.° 

Per questa sua attività  investigativa, l´inquirente veneziano fu aspramente contestato ed osteggiato (“Quel magistrato adotta metodi fascisti“), da chi non voleva la magistratura mettesse sotto indagine la sinistra ex comunista.

Oggi Nordio commenta le vicende giudiziarie che riguardano il Pd:

17 anni dopo, davanti a quello che succede ora, provo una profonda amarezza perché ancora si gioca su un grande equivoco quando si parla della cosiddetta questione morale“.

Avendo indagato a fondo sul vecchio Pci posso dire che l´espressione “questione morale” è impropria, ambigua. Perché è stata usata da un partito che non aveva nessuna legittimazione a dare lezioni di moralità  tenuto conto che il Pci veniva finanziato dall´Urss, ovvero da un Paese nemico. In senso strettamente politico, si può dire che neanche Berlinguer avesse la patente di moralità  visto che i soldi al partito arrivavano dall´Unione Sovietica“.

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .

8 Responses to "Carlo Nordio, pm: nemmeno Berlinguer aveva la patente di moralità "

  • Lkv says:
  • Gab says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Tazock says:
  • xenophile says:
Leave a Comment