Questione morale: al posto di Bassolino, il Pd vuole candidare il pluri-inquisito Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca foto

Secondo me, in alcune aree del Paese, la denominazione del partito di Veltroni dovrebbe cambiare da Pd a Pdi: da Partito democratico, cioè, a Partito degli inquisiti. Sicuramente ciò dovrebbe avvenire in Campania. 

Perché?

Presto detto.

Il caro Walter, come noto, ha chiesto a Bassolino di fare un passo indietro, e di dimettersi da Presidente della Regione.

D´altra parte, l´esponente campano del Pd ha più di un guaio con la giustizia: molteplici, infatti, sono le inchieste che pesano sul suo groppone (oltre ad una condanna).

Dunque Uolter, in un momento in cui il suo partito è investito dalla cosiddetta questione morale (e ciò produce un calo consistente di consensi), non può che invocare la “discontinuità “, e chiedere alle persone “opache” che militano nel Pd, di abbandonare il proscenio.

La questione, però, è che a quanto pare, il Nutellone in Campania vorrebbe candidare alla Presidenza della Regione, nientedimeno che Vincenzo De Luca, l´attuale Sindaco di Salerno.

Immagino la domanda: “Embè”?

Embè, si dà  il caso che Vincenzo De Luca abbia qualche discreto problemino con la giustizia italica.

Innanzitutto, in data 5 gennaio 2006, la Procura di Salerno presentò a suo carico tre richieste d´arresto, tre richieste di custodia cautelare. Per le seguenti fattispecie: associazione per delinquere, concussione, violenza nei confronti di pubblici ufficiali, truffa, falso e abuso d´ufficio. Non proprio inezie.

In secondo luogo, il Sindaco piddino di Salerno ha un procedimento penale in corso per associazione finalizzata alla truffa, alla concussione e al falso.

Come se non bastasse, ieri l´altro Vincenzo De Luca è stato rinviato a giudizio – in relazione alla vicenda, nota come “Sea Park” – con l´accusa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla concussione.

Ovviamente, per De Luca – come per chiunque altro – vale la presunzione di innocenza: non è colpevole, fino a sentenza definitiva di condanna.

Ma la questione, però, è politica. Perché se Veltroni chiede a Bassolino di fare un passo indietro, perché ha molteplici procedimenti penali che lo vedono quale imputato; non è possibile, poi, che accetti scenda in campo, per sostituirlo, una persona come De Luca, che di grane giudiziarie ne ha più d´una.

Non vi pare?

Inoltre.

Possibile che nel Pd campano, non si riesca a trovare una persona priva di procedimenti penali a suo carico?

Se volete, votate Ok.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .


Tags:

48 Responses to "Questione morale: al posto di Bassolino, il Pd vuole candidare il pluri-inquisito Vincenzo De Luca"

  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • lorenzo says:
  • pietro says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • prefe says:
  • prefe says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Temporaneo says:
  • Francesco (Francio) says:
  • camelot says:
  • cat says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • nicoletta says:
  • camelot says:
  • Andrea says:
  • camelot says:
  • Osservatore says:
  • camelot says:
Leave a Comment