Rutelli: lei non sa chi sono io

Rutelli e Palombelli foto

Si parla della nuova Tangentopoli napoletana. Quella che ha coinvolto diecine di esponenti del Partito democratico (alcuni dei quali finiti in galera e poi rinviati a giudizio), alcuni politici dell´Italia dei Valori, e due parlamentari del Popolo della Libertà . 

Tutto ruota, come molti ricorderanno, attorno ad una controversa delibera della giunta comunale (denominata Global Service), con cui si è attribuito – in modo affatto trasparente – un lauto appalto all´imprenditore Alfredo Romeo.

Quest´ultimo, è stato definito dall´ex segretario partenopeo della Margherita, Nino Bocchetti, quale:

Diretta espressione di Francesco Rutelli. Io mi trovavo in uno stato di subordinazione gerarchica e politica: per me era la voce di Rutelli“.

A causa di queste dichiarazioni, e in quanto persona ritenuta informata dei fatti, gli inquirenti hanno deciso di ascoltare Francesco Rutelli. Che, dinanzi ai pm, ha fornito la propria versione degli eventi:

Voglio ancora una volta ribadire che non ho mai incontrato Romeo, se non – probabilmente – in qualche occasione ufficiale, né ho mai avuto una conversazione con lui. Quando, all’epoca ero sindaco di Roma, egli si aggiudicò l’appalto per la gestione del patrimonio immobiliare, non l’ho mia incontrato, né prima, né durante, né dopo l’aggiudicazione. Aggiudicazione che – a mio parere – è stata una pagina amministrativa ineccepibile. L’assessore competente era allora Angelo Canale, giudice della Corte dei Conti, l’unico tra i commissari di Governo da me prescelto dopo che la precedente giunta fu azzerata da indagini amministrative. Apprendo da voi che Angelo Canale è uno stretto amico di Romeo. Escludo che lo fosse all’epoca dell’appalto in quanto me lo ha detto canale“.

Peccato, però, che il capo della Dda napoletana, abbia giudicato tali dichiarazionidissonanti” rispetto a quelle precedentemente rilasciate dallo stesso Rutelli. Il quale, allora, di fronte alla contestazione ha perso le staffe. E tuttavia, dimostrando padronanza assoluta di linguaggio, nonché di argomenti, ha controreplicato:

Ma io le chiedo: secondo lei questa città  o qualunque città  italiana, voi se fermate diecimila persone ex amministratori, tanto più se non lo sono più, e gli fate le domande su queste questioni che sono apparse sui giornali centinaia di volte, pensate di dover mettere sullo stesso piano quello che vi ho detto io, e cioè che non ho mai incontrato Romeo, che io non ho mia parlato con Romeo, che io non ho mia avuto una telefonata da Romeo, che io non ho mai difeso direttamente gli interessi di Romeo e non ho mai per mia volontà  difeso indirettamente gli interessi di Romeo: vi basta questo o pensate che il primo che passa possa dire una cosa che vale quello che dico io?“.

Cribbio, rispettate le gerarchie: è pur sempre il marito di Barbara Palombelli!

Tsè.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà .


Tags:

8 Responses to "Rutelli: lei non sa chi sono io"

  • fulvio says:
  • camelot says:
  • paul says:
  • camelot says:
  • paul says:
  • camelot says:
Leave a Comment