Perché il Pd dovrebbe dire grazie alla Lega

(…) La seconda lezione da trarre è che, anche se introdotto con la forza del referendum, il bipartitismo in Italia equivarrebbe al blocco dell’alternanza. E’ infatti impossibile immaginare, almeno per il futuro prevedibile, un partitone di sinistra in grado di prendere il 51% dei voti, mentre è facile ipotizzare che questo possa accadere a un partitone di destra

La sinistra storicamente minoritaria nel nostro Paese, perderebbe anche la speranza di poter trovare prima o poi qualche alleato al centro, tra i moderati, come ha fatto negli unici due casi in cui ha vinto le elezioni, il 1996 e il 2006 (…)

Piuttosto che strepitare contro i diktat della Lega e lo sperpero di denaro pubblico, Franceschini dovrebbe ringraziare Bossi che, infrangendo il sogno segreto di Berlusconi, l’ha salvato dall’accoppamento (pardon, dall’accorpamento)” (Antonio Polito).

P.S.: ricordo a tutti che si può donare 1 euro alla popolazione abruzzese, inviando un sms al numero 48580 (messo a disposizione dalla Protezione Civile).

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , , , , ,

17 Responses to "Perché il Pd dovrebbe dire grazie alla Lega"

  • camelot says:
  • Gab says:
  • camelot says:
  • bruno says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • ruys says:
  • camelot says:
  • Vito says:
  • alfio says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • alfio says:
  • camelot says:
Leave a Comment