Il solito 25 aprile dei comunisti: aggressione ad un gazebo (ferita una 23enne) ed insulti agli ebrei

Da una parte il nostro 25 aprile, dall’altra il loro.

Da una parte il 25 aprile celebrato da persone democratiche, e dall’altra il 25 aprile di chi della democrazia, ancora oggi, se ne frega altamente.

Da una parte le celebrazioni e la commozione; dall’altra le spranghe, gli insulti e la violenza.

Com’è avvenuto a Firenze: dove alcuni comunisti dei centri sociali, hanno lanciato fumogeni e due petardi contro un gazebo del Popolo della Libertà, bruciando volantini e ferendo una ragazza di 23 anni, che è stata ricoverata d’urgenza al pronto soccorso.

Sorte analoga, poi, è toccata ad un drappello di partigiani della Brigata Ebraica. A Milano, in piazza a commemorare la Liberazione, sono stati accolti con slogan decisamente raccapriccianti: “Assassini, Palestina libera, vergogna”.

Attendiamo con ansia la pubblica condanna di queste aggressioni – fisiche e verbali – da parte di Franceschini, Bersani e compagnia cantando.

Dimostrino di essere davvero democratici.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags: , , ,

13 Responses to "Il solito 25 aprile dei comunisti: aggressione ad un gazebo (ferita una 23enne) ed insulti agli ebrei"

Leave a Comment