Questa proprio non me l’aspettavo (seguono stupore e sgomento)

Stupore foto

Non appena s’approssima una scadenza elettorale, puntuale come un orologio svizzero, la Procura di Milano interviene per gettar fango su Berlusconi, nel tentativo di fargli perdere consensi. Praticamente lo stesso copione che va in scena da 15 anni.

Questa volta, la succitata Procura, per attaccare il Cavaliere ha deciso di rendere pubbliche – guarda caso a tre settimane dal voto – le motivazioni della sentenza con cui ha condannato, in primo grado, l’avvocato Mills. E nelle motivazioni, non si fa altro che accusare Berlusconi.

Che strano!

Ora, se i magistrati milanesi avessero aspettato la chiusura delle urne, per rendere note le motivazioni della sentenza; o se le avessero divulgate – che ne so – un mese fa: nessuno avrebbe considerato sospetto l’atteggiamento – e il tempismo – della Procura meneghina.

Ma il risultato non sarebbe stato lo stesso. Nevvero?

Peccato (per loro, s’intende) che il trucchetto non faccia più effetto.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags:

56 Responses to "Questa proprio non me l’aspettavo (seguono stupore e sgomento)"

  • ruys says:
  • camelot says:
Leave a Comment