Messina, indagati per simulazione di reato e calunnia aggravata due esponenti del Pd

“Il pubblico ministero di Messina Claudio Onorati ha inviato due avvisi di chiusura indagini al parlamentare regionale Giuseppe Picciolo e all’ex consigliere comunale di Messina Francesco Curcio, entrambi del Partito democratico: sono accusati di simulazione di reato e calunnia aggravata. Secondo la Procura, alcuni anni fa avrebbero inviato al sindaco e alla Procura delle lettere anonime sulla gestione di Messinambiente, nelle quali venivano adombrati degli illeciti commessi dal presidente della società, Antonino Dalmazio, e dall’assessore comunale Antonino Catalioto, nella gestione dei rifiuti e nell’acquisto di terreni edificabili da parte di pregiudicati.
Due missive recavano la firma di Giovanni Cucè, presidente dell’associazione Nuove Frontiere, e risalivano al 13 e al 15 giugno 2007; un’altra (addebitata al solo Picciolo) risultava siglata dall’architetto Michele Germanà dello studio di progettazione Futura di Capo d’Orlando ed era invece del 28 giugno 2006. Nell’avviso di conclusione delle indagini preliminari, Onorati contesta inoltre a entrambi di essersi dichiarati estranei alle missive, presentando poi denuncia per diffamazione (sostenendo, cioè, che il tentativo di addossare loro la paternità delle denunce fosse infondato e strumentale)” [Comunemio.it].

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags:

Leave a Comment