Cala il consenso di Obama

Se ne parla da giorni: le analisi demoscopiche rivelano un brusco calo dei consensi. Barack Obama, a quanto pare, non gode più di largo favore.

Ad impensierire gli americani è soprattutto il suo programma economico, ed il timore, più che fondato, ch’esso si traduca in una crescita esponenziale del deficit federale.

In questo istante, poi, a riscontrare particolare contrarietà, è la riforma sanitaria cui sta lavorando l’amministrazione americana.

I numeri che fornisono i sondaggi, sono abbastanza chiari:

“A pesare sul gradimento degli americani è su tutte la “madre di tutte le riforme”, quella della sanità, sulla quale gli ultimi sondaggi danno al presidente americano un sostegno popolare di meno del 50% della popolazione. Secondo gli analisti Obama avrebbe scelto di prendere la questione di petto e di scendere in primo piano per convincere parlamentari e cittadini. Stando ai dati del Washington Post la Casa Bianca poteva contare appena tre mesi fa sul favore del 57% degli americani in vista della riforma del sistema previdenziale. Numeri andati costantemente calando, che a giugno si attestavano al 53% e arrivati adesso al 49 (…).

L’approvazione sul programma economico è scesa dal 56 al 52% in un mese, la fiducia che il piano di governo ripari l’economia è scesa dal 64% di marzo al 56% odierno e l’idea che la politica di Obama avrà come effetto principale l’aumento del deficit è salita di 11 punti percentuali da marzo. La persistente crisi dell’economia ha influito dunque sull’intera immagine di governo e in un’inchiesta Cnn dei giorni scorsi Obama è sceso per la prima volta da quando è stato eletto sotto la soglia del 60% dei consensi“.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



4 Responses to "Cala il consenso di Obama"

  • Simone82 says:
  • camelot says:
Leave a Comment