Cosentino deve dimettersi da sottosegretario

Ogni imputato è innocente fino a prova del contrario e fino a sentenza definitiva di condanna: questo vale per i cittadini comuni, come per i politici. Lo stabilisce la nostra Costituzione, al secondo comma dell’articolo 27. Non lo si può ignorare.

Ciò detto, quanto si è verificato negli ultimi giorni, ci si riferisce alla richiesta d’arresto formulata a carico del sottosegretario Nicola Cosentino, sollecita una riflessione che deve avere un orizzonte più ampio di quello offerto dal dettato costituzionale. Perché quest’ultimo, da solo, non fornisce risposte esaustive ad alcuni interrogativi più che legittimi.

E’ opportuno, politicamente parlando, che una persona sul cui capo pende un’accusa di connivenza con alcuni clan camorristici, faccia parte del governo che guida la Nazione? E’ opportuno, per lo stesso esecutivo in carica – che della lotta alla criminalità organizzata ha fatto e fa una propria bandiera -, avere al proprio interno un uomo al cui indirizzo vengano mosse imputazioni tanto gravi?

La risposta, a nostro avviso, non può che essere una: no, non è opportuno.

Cosentino farebbe bene a rendersene conto, e a rassegnare le dimissioni da sottosegretario.

Il suo gesto sarebbe apprezzato, ed evidenzierebbe rispetto per le Istituzioni e per la coalizione di cui fa parte.

Leggi altre news su per il Popolo delle Libertà.



Tags:

17 Responses to "Cosentino deve dimettersi da sottosegretario"

  • francisc says:
  • camelot says:
  • ruys says:
  • camelot says:
  • Fra says:
  • domenico says:
  • francisc says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • Simone82 says:
  • enzo sara says:
  • camelot says:
  • ruys says:
Leave a Comment