La risposta liberale al finto femminismo di sinistra: “Sono donna e dico Asta”

Riporto dal sito di Annalisa Chirico:

“Mentre Repubblica.it ha avviato la raccolta delle foto di donne che dicono BASTA, io vi propongo lo sfogo di una ragazza, che da donna dice ASTA. Avete letto proprio bene. ASTA.
Ci scusiamo sin d’ora con le donne, che si potrebbero risentire di fronte a un -asta che non è BASTA. Ma l’appello di questa giovane impertinente (all’anagrafe Annarita Digiorgio) io lo comprendo.
Di fronte alla consapevolezza di donne, che scelgono e agiscono, la premura di certe altre sa un po’ di presunzione e un po’ d’imposizione”.

Una provocazione che, da liberale, condivido appieno.

Aggiornamento delle 16.13.

Anche Mina Welby appoggia l’iniziativa.



Tags:

5 Responses to "La risposta liberale al finto femminismo di sinistra: “Sono donna e dico Asta”"

Leave a Comment