L’Agcom pronta a censurare la Rete

“A pochi giorni da oggi, la AGCOM (con una probabilità ch’è pressoché certezza visto il tacito consenso del governo) approverà il testo della delibera 668/2010 contenente nuove norme per potenziare la tutela del copyright su internet, come richiesto dal decreto Romani. In pratica, un organismo terzo rispetto al legiferante, sarà in grado di fornire autonomamente un regolamento tramite il quale potrà oscurare il materiale che violi il diritto d’autore (nel caso di siti i cui server risiedano in Italia) oppure richiedere l’oscuramento di tali siti (qualora i server che li ospitino risiedano all’estero). Cosa significa tutto ciò?

In concreto un qualsiasi blog non potrà più pubblicare neanche uno spezzone di film o trasmissione televisiva o immagine, ecc. senza rischiare di incorrere nella tutela della AGCOM. Uno studente che realizzi un filmato con le sue vacanze aggiungendo un po’ di musica di sottofondo si ritroverà con un film muto. C’è di più però. La delibera contiene un particolare passaggio sul quale si sono concentrate le maggiori polemiche e che effettivamente risulta quanto mai pericoloso: l’azione dell’AGCOM si rivolge a “… siti che hanno il solo fine della diffusione di contenuti illeciti sotto il profilo del diritto d’autore o i cui server sono localizzati al di fuori dei confini nazionali …” (Paolo Mancini, continua su Processo Mediatico).

Inquietante.



Tags: ,

6 Responses to "L’Agcom pronta a censurare la Rete"

  • massimo1 says:
  • valerio says:
  • camelot says:
  • Simone82 says:
  • camelot says:
Leave a Comment