Chi non scende in piazza contro le tasse è un evasore fiscale

Il 26 novembre prossimo, a Milano, si terrà una manifestazione nazionale contro l’oppressione fiscale; per dire basta all’aumento delle tasse e ad un ceto politico che seguita a trattare il contribuente quale schiavo.

È lo stato che deve pagare la crisi, non i cittadini con nuove tasse. È lo stato che deve rinunciare a possedere immobili e partecipazioni societarie (che vanno privatizzati). È lo stato che deve essere messo a dieta, mediante tagli alla spesa pubblica corrente. È lo stato che deve essere al servizio degli individui, e non viceversa.

In piazza, naturalmente, ci saranno solo persone perbene, galantuomini.

Gli evasori fiscali, infatti, se ne staranno a casa: per loro le tasse sono bellissime e più ce ne sono e meglio è.

Tanto non le pagano.

Altre informazioni, qui.



Tags: ,

6 Responses to "Chi non scende in piazza contro le tasse è un evasore fiscale"

Leave a Comment