Caso Sallusti

L’Italia è una repubblica antifascista fondata su leggi fasciste che tutti gli antifascisti hanno sempre condiviso.

«No al carcere per i giornalisti perché le pene detentive non sono compatibili con la libertà di espressione garantita dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Anche quando, nella prassi, il carcere è convertito in ammende pecuniarie e la pena è sospesa. Lo ha affermato la Corte europea dei diritti dell’uomo nella sentenza del 2 aprile 2009 (ricorso n. 2444/07, Kydonis), con la quale la Corte ha condannato la Grecia per violazione dell’articolo 10 della Convenzione che garantisce la libertà di espressione, obbligandola a risarcire i danni materiali e morali al giornalista ritenuto colpevole di diffamazione. Per la Corte europea, il carcere, previsto nei casi di diffamazione negli ordinamenti interni, ha un effetto deterrente sulla libertà del giornalista di informare, con effetti negativi sulla collettività che ha, a sua volta, il diritto di ricevere informazioni.

La detenzione – precisa la Corte – può essere ammessa solo in casi eccezionali, quando il giornalista incita alla violenza o all’odio. Negli altri casi, fa capire Strasburgo, la previsione del carcere, seppure solo a livello legislativo, senza un’applicazione diffusa della misura detentiva, «è suscettibile di provocare un effetto dissuasivo per l’esercizio della libertà di stampa», impedendo «la partecipazione alla discussione su questioni che hanno un interesse generale legittimo». In pratica, se nell’ordinamento interno è stabilito il carcere nei casi di diffamazione, come avviene in Grecia che ha una norma analoga all’articolo 595 del codice penale italiano, è certa la violazione della Convenzione perché la misura è sproporzionata» (Marina Castellaneta, Il Sole 24 Ore, 13 maggio 2009).

Solidarietà al direttore de Il Giornale.

P.S. Più di Farina fa orrore Travaglio. Che difende Sallusti sol perché, prima o poi, se la norma sulla diffamazione a mezzo stampa non viene abrogata, toccherà anche a lui far visita alle patrie galere. Ancor più di Farina e Travaglio, poi, fa orrore chi ha l’ardire di definirsi liberale e non solo scrive per Il Fatto Quotidiano, che è l’equivalente contemporaneo de La difesa della razza, ma è pure d’accordo con la norma mussoliniana del Codice Rocco che prevede il carcere per i giornalisti.



Tags: , , ,

9 Responses to "Caso Sallusti"

  • Pbenett says:
  • camelot says:
  • pietro says:
  • Pbenett says:
  • camelot says:
  • camelot says:
  • pietro says:
  • camelot says:
Leave a Comment