Grillo racconta solo balle/1

Beppe Grillo, per rispondere ai rilievi mossigli qualche giorno fa da Milena Gabanelli, sul proprio blog oggi ha scritto:

«Il Blog è nato nel 2005. A differenza della maggior parte dei prodotti editoriali italiani televisivi o cartacei non ha mai utilizzato fondi pubblici. Negli ultimi anni la sua gestione è stata sempre in perdita. Nel 2012 i costi erano diventati insostenibili e fu inserita per questo, verso metà anno, la pubblicità, ma non per tutte le categorie, per evitare di chiuderlo. Nel 2011 Casaleggio Associati (CA) ha chiuso in passivo di 57.800 euro con un fatturato di circa 1.400.000 euro. Le perdite del blog sono state sempre coperte da CA. I bilanci di CA depositati alla Camera di Commercio di Milano sono peraltro disponibili a qualunque giornalista interessato ai suoi mirabolanti guadagni».

Cinque giorni fa, invece, intervistato da La Stampa, aveva dichiarato:

«Col blog siamo in pari, ci costa sui duecentomila euro l’anno, li copriamo con la pubblicità, ci sono tre persone che ci lavorano a tempo pieno».

È solo un cialtrone.

Aggiornamento del 22 maggio.

Ieri, in un comizio a Brescia, Grillo ha sparato un’altra cifra ancora:

«Solo per il server spendiamo 300 mila euro».

Aggiornamento del 23 maggio.

Sta diventando una vera e propria telenovela. Ieri, Grillo, in un comizio a Mirandola, sui costi del blog, e sul numero di persone che lo gestiscono, ha fornito un’altra versione ancora:

«Il mio blog sta in piedi a malapena con la pubblicità e il lavoro di sette volontari» (il 16 maggio, a La Stampa, aveva detto che i volontari erano tre).

Anche ad alcuni grillini non convince la risposta.



Tags: , ,

14 Responses to "Grillo racconta solo balle/1"

  • Luca says:
  • camelot says:
  • Liberalista says:
  • camelot says:
  • fasci says:
  • Ettore says:
  • camelot says:
  • Ettore says:
  • camelot says:
  • Ettore says:
  • camelot says:
  • Ettore says:
Leave a Comment